Gennaio 2020: 6 mostre da non perdere a Torino

Per vivere il vostro inverno culturale nel migliore dei modi

“L'arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni". (Pablo Picasso)

Durante l'anno sotto la Mole ci sono moltissime mostre da non perdere. Ve ne consigliamo alcune, che potete visitare in questo mese di gennaio, per cominciare il vostro anno nel migliore dei modi.

1) Andrea Mantegna. Rivivere l'Antico, costruire il Moderno

Una grande ed imperdibile mostra dedicata ad uno dei protagonisti più importanti del Rinascimento. Andrea Mantegna riuscì ad unire la sua passione per l'antichità classica, ad una grande capacità di sperimentare la prospettiva ed uno straordinario realismo. Sono esposte oltre un centinaio di opere provenienti da alcune tra le più grandi collezioni del mondo, dal Louvre di Parigi al Metropolitan Museum di New York, dallo Staatliche Museum di Berlino al Liechtenstein Museum di Vienna. La mostra è  una vera e propria esperienza immersiva nella vita dell’artista.

  • Potete visitare la mostra fino al 4 maggio.
  • Palazzo Madama
  • Piazza Castello 

2)  Il tempo di Leonardo 1452-1519

La Biblioteca Reale, attraverso i preziosi materiali custoditi al suo interno, ripercorre oltre sessant'anni di storia italiana ed europea. In questo periodo di grande fermento culturale si sono incrociati i destini e le storie di grandi protagonisti del Rinascimento, da Michelangelo a Cristoforo Colombo, da Savonarola a Cesare Borgia. La caduta dell'impero Romano d'Oriente, il Protestantesimo, l'invenzione della stampa: il tempo di Leonardo è quello in cui mutò per sempre il corso della storia. 
Tutti temi esplorati da Leonardo nei disegni autografi e nel Codice sul volo degli uccelli, esposti nella Sala Leonardo, che si intrecciano al contesto del suo tempo. Nove disegni autografi del maestro vinciano accompagnano il celebre Autoritratto. Vi ricordiamo, però, che come sempre nel caveau potranno entrare solo 25 persone alla volta e che per questo la visita dovrà essere prenotata.

  • Potete visitare la mostra fino all'8 marzo 2020
  • Musei Reali Biblioteca Reale
  • Piazza Castello

3)  Konrad Mägi: La luce del Nord

Colore e luce. Le opere di Konrad Vilhelm Mägi (1878 - 1925) colpiscono per la loro espressività. Il pittore estone racconta attraverso i suoi quadri la natura del Nord e ne restituisce il grande fascino. Le grandi campagne, le scogliere, i cieli con le nuvole rapide ed instabili, i tramonti sono resi dalla sua pittura con un'atmosfera unica ed a tratti onirica. 
Un vero anarchico, sognatore e utopista, Mägi ha una personalità unica nel panorama europeo del primo ventennio del Novecento.

  • Potete visitare la mostra fino all'8 marzo 2020
  • Musei Reali, Sale Chiablese
  • Piazza Castello

4) Space Adventure

Una mostra che grazie al suo pezzo forte, lo Space Camp di 400 mq, permette ai suoi visitatori di provare le sensazioni degli astronauti e dei cosmonauti durante l'addestramento. L'assenza di gravità e la perdita dell'orientamento spaziale e l'emozione dell'atterraggio nello Space Shuttle tornando da una missione.

  • Potete visitare la mostra fino al 22 marzo 2020
  • Promotrice delle Belle Arti
  • Viale Diego Balsamo Crivelli, 11

5) "Hosukai Hiroshige Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia'

 Gli amanti del Giappone non possono perdere la nuova mostra che sarà protagonista alla Pinacoteca Agnelli, che sarà visitabile dal 19 ottobre 2019. Saranno esposte le opere di due grandi Maestri del "Mondo Fluttuante" dell'Ottocento, Katsushika Hokusai e Utagawa Hiroshige. In esposizione anche opere più moderne come quelle di Kawase Hasui, esponente del movimento shin hanga ('nuove stampe').

  • Potete visitare la mostra fino al 16 febbraio
  • Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
  • Indirizzo: Via Nizza 230, 103, 10126 Torino

6) Guerriere dal Sol Levante, la figura della donna guerriera in Giappone

Nella storia millenaria del Giappone le donne erano educate a compiere ogni incarico. Quelle della classe guerriera, oltre ad occuparsi dell'economia della propria famiglia, sapevano come maneggiare le armi. La mostra del MAO vi porterà alla scoperta di queste donne guerriere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Potete visitare la mostra fino al 1 marzo 2020
  • Mao, Museo d'arte Orientale di Torino
  • Via San Domenico, 11, Torino

La mostra da non perdere: Art Nouveau: il trionfo della bellezza 

Se non avete ancora visto 'Art Nouveau: il trionfo della bellezza', avete tempo fino al 26 gennaio.
Più di 200 opere tra misteri, dipinti, mobili, ceramiche e molto altro in esposizione nella bellissima Reggia di Venaria per scoprire l'Art Nouveau, il movimento artistico e filosofico che si sviluppò tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento.

  • Potete visitare la mostra fino al 26 gennaio
  • Reggia di Venaria
  • Indirizzo: Piazza della Repubblica, 4, Venaria Reale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Violento acquazzone su mezza provincia: alberi caduti, allagamenti e ferrovia interrotta

  • Compleanno torinese per i 18 anni del figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric: pronta una grande festa

  • Colpo della dea bendata: il Superenalotto premia un giocatore con 37mila euro

  • Morte di Viviana Parisi, l'arrivo dei genitori da Torino e dei fratelli: martedì l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento