rotate-mobile
social Campidoglio / Corso Alessandro Tassoni, 15

L'appello del Liceo Cavour: cerca i vecchi giornali in mano agli ex liceali

Per l'archivio digitale

Fatti di cronaca recente, riflessioni di carattere socio-politico, eventi del territorio, attività del liceo, oroscopi, recensioni e molto altro ancora. C’è tutto questo su “I Resti del Camillo” il giornalino scolastico del Liceo Cavour che con cadenza bimensile dà spazio ad ogni genere di tematica, dibattendo sugli argomenti di attualità, ma che lascia anche spazio a riflessioni filosofiche, accanto ad articoli di satira e fumetti.

Quest'ultima edizione del giornalino scolastico del Liceo Cavour, “nata nel 2009 dalla volontà di alcuni studenti di mettere nero su bianco la creatività di ognuno, attraverso l'immagine e la scrittura”, è stato premiata nel 2015 dall'Ordine dei Giornalisti. Si tratta dell’ultimo giornalino scolastico, erede di una lunga tradizione dove si erano distinti i suoi antenati Malebolge e Σ?συφος.

Liceo Cavour, la storia

Il Liceo Classico Cavour è il più antico di Torino insieme al Liceo Classico Vincenzo Gioberti. Sono nati nel 1865 a seguito del Regio Decreto 229 che istituiva i primi Licei del Regno d’Italia.

Nel 1900, insieme con altri importanti licei italiani, partecipò all’esposizione universale di Parigi. Da 1931 l’Istituto ha la sua sede centrale in corso Tassoni 15, mentre risale all’anno scolastico 1986-1987 l’apertura della succursale nella zona Sud della città in Via Tripoli 82.

Dall'anno scolastico 2014 oltre al liceo classico è presente anche l'indirizzo del Liceo musicale.

Tra i suoi allievi vanta Luigi Einaudi, Presidente della Repubblica dal 1948 al 1955, i sindaci di Torino Grosso e Cardetti, l'olimpionico Livio Berruti, gli italianisti Augusto Monti e Natalino Sapegno, i latinisti Ettore Stampini e Augusto Rostagni, il filosofo Lodovico Geymonat, lo storico dell’arte Giulio Carlo Argan, il matematico Giuseppe Peano, il medico Giulio Cesare Dogliotti, l’ing. Modesto Panetti, il poeta e scrittore Guido Gozzano, che ha frequentato gli anni ginnasiali, Paolo Roasenda e Raf Vallone.

L'ex cavourrino più noto attualmente è lo storico Alessandro Barbero: Ordinario di Storia Medioevale presso l’Università del Piemonte Orientale, divulgatore su RaiStoria.

In passato hanno insegnato al Cavour personaggi quali Michele Coppino, Marco Pechenino, Rodolfo Bettazzi, Barbara Allason, Leone Ginzburg, Ladislao Mittner, Luigi Pareyson, Attilio Momigliano, Mario Fubini, M. Lenchantin de Gubernatis, Vincenzo Ussani, Mario Gliozzi, Umberto Bosco.

Liceo Cavour, giornali scolastici: l'attività di ricerca e archivio

Biblioteca Liceo Cavour-2

Attualmente il Liceo Classico e Musicale C.Cavour di Torino si sta impegnando in un’attività di ricerca e di raccolta di antichi numeri dei giornali della scuola, al fine di conservarli tutti (in formato cartaceo e/o digitale) presso l’archivio del Liceo.

L'intento è quello di dare vita a uno spazio fisico-multimediale, presso il quale si possa assistere a un percorso espositivo che analizzi l'evoluzione e i cambiamenti tra i numerosi giornali scolastici che hanno animato il Liceo Cavour fin dalle sue origini.

Il Cavour per questo invita chiunque sia in possesso di copie dei numerosi giornali scolastici che sono state prodotte nel corso degli anni, o conosca qualcuno che ne abbia alcune, di scrivere una mail a liceocavourufficiostampa@lcavour.it.

In tal modo sarà possibile mettersi in contatto con i responsabili del progetto e ricevere ulteriori informazioni, al fine di decidere un giorno in cui, presso la sede del Liceo di corso Tassoni, per effettuare la scansione digitale o, eventualmente, per cederle all’archivio del Liceo.

Quali sono i migliori licei scolastici di Torino? Li svela la classifica di Eduscopio

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello del Liceo Cavour: cerca i vecchi giornali in mano agli ex liceali

TorinoToday è in caricamento