Sabato, 25 Settembre 2021
social Vanchiglia / Via Cagliari, 40

"Ezio Bosso, Le cose che restano", il maestro torinese protagonista alla mostra del Cinema di Venezia

In anteprima mondiale

Mancano meno di 48 ore a mercoledì 1 settembre, quando inizierà la 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Saranno molteplici gli impegni, su vari fronti, della Film Commission Torino Piemonte.

La Fondazione sarà presente con numerose proiezioni ufficiali di film di finzione e documentari realizzati con il proprio sostegno e prenderà parte alla presentazione di progetti e iniziative che mostreranno ancora una volta quanto sia vivace il comparto audiovisivo piemontese.

"Ezio Bosso. Le cose che restano"

Ezio Bosso sarà un protagonista speciale di questa edizione. Lunedì 6 settembre, infatti, verrà presentato Fuori Concorso, il nuovo documentario di Giorgio Verdelli  “Ezio Bosso. Le cose che restano”, prodotto da Sudovest Produzioni, Indigo Film con Rai Cinema con il sostegno di FCTP. Il film uscirà nelle sale italiane con Nexo Digital solo il 4,5 e 6 ottobre.

Grazie alle suggestioni sonore, ai duetti voce musica ed alle testimonianze degli intervistati viene raccontata la storia umana, artistica e professionale del grande compositore e direttore d’orchestra recentemente scomparso, dalle prime esperienze a Torino ai grandi riconoscimenti internazionali.

Venezia 78, i titoli della Film Commission Torino Piemonte

In totale sono 5 i titoli selezionati in diverse sezioni della Mostra realizzati con il sostegno di FCTP, e 3 i progetti presenti al Venice Production Bridge, che si uniscono alla presentazione della 4^ edizione di TFI Torino Film Industry e alla presentazione della partnership siglata da FCTP con il Festival francese di Les Arcs.

Sabato 4 settembre verrà presentato in concorso “Il buco”, nuovo lungometraggio di Michelangelo Frammartino, che ripercorre la spedizione del Gruppo Speleologico Piemontese in Calabria, alla scoperta del Bifurto. Il progetto, interamente girato in Calabria, è stato realizzato anche con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, grazie alla collaborazione avviata nella fase delle ricerche iniziali e delle interviste con i veri protagonisti dell’impresa.

Ezio Bosso, l'intitolazione del giardino a Torino

Lunedì 6 settembre, oltre al lungometraggio su Ezio Bosso, saranno presentati in anteprima mondiale altri due progetti realizzati con il sostegno di FCTP.

Si tratta di “Mother Lode”, lungometraggio scritto e diretto dall’autore torinese Matteo Tortone e prodotto dalla Società torinese Malfè con il sostegno di Film Commission Torino - Piemonte Doc Film Fund. Selezionato in Concorso alla Settimana Internazionale della Critica, “Mother Lode” è la storia di Jorge e del suo lungo viaggio che, dai sobborghi di Lima, lo porterà a cercare fortuna lavorando nella miniera più elevata e pericolosa delle Ande Peruviane.

Sempre lunedì 6 il Teatro Goldoni di Venezia ospiterà in anteprima “I nostri fantasmi”, opera prima di Alessandro Capitani, prodotta da Fenix Entertainment con Rai Cinema e il sostegno di FCTP, selezionato alle Notti Veneziane delle Giornate degli Autori. Ambientato e realizzato la scorsa primavera tra Torino e il Villaggio Leumann di Collegno, “I nostri fantasmi” racconta la storia di Valerio e suo figlio Carlo, di sei anni, che vivono nel sottotetto della casa da cui sono stati sfrattati. Ogni volta che arrivano nuovi inquilini, li terrorizzano inscenando la presenza di fantasmi, nella speranza di tornare a vivere nell’appartamento "di sotto". Per un po’ funziona, finché non arriva Myriam, in fuga con la piccola Emma. Ma lei dei fantasmi non ha paura…

"I nostri fantasmi", il nuovo film 'torinese' con Michele Riondino

Venerdì 10 settembre sarà la volta del documentario diretto da Daniele Segre, “Tonino De Bernardi. Un tempo, un incontro”, prodotto da I Cammelli con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund e anch’esso presentato alle Notti Veneziane delle Giornate degli Autori. Un gioco di specchi dove il regista riprende il suo protagonista e viceversa, allo scopo di raccontare un’amicizia lunga 35 anni e una storia dove il cinema indipendente è al centro di tutto.

Parallelamente, il Venice Production Bridge vedrà inoltre la presenza di 3 progetti sostenuti da Film Commission Torino Piemonte, selezionati tra i 23 lungometraggi di finzione europei ed internazionali e all'interno di "Virtual Reality Immersive Story Projects": il lungometraggio di Umberto Spinazzola "Non morirò di fame”, prodotto dalla società piemontese La Sarraz Pictures, "The Store" di Hanna Sköld, film ibrido prodotto dalla torinese Indyca che combina live action e animazione, entrambi con il contributo del POR FESR Piemonte 2014-20220 – Azione III.3c.1.2 – bando “Piemonte Film Tv Fund” e il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, insieme a “Escape” / “Fuga” della regista torinese Rossella Schillaci, progetto sperimentale, prodotto da MyBossWas con il sostegno di Film Commission Torino - Short Film Fund.

Venerdì 3 settembre, inoltre, il Festival di Les Arcs presenterà ai professionisti italiani il focus sul cinema alpino – che si realizzerà per due anni consecutivi e che è organizzato in partnership con alcune Film Commission del nord Italia, tra cui FCTP.

Lunedì 6 settembre invece, l’Italian Pavilion ospiterà la presentazione della 4^ edizione di TFI Torino Film Industry, che tornerà a svolgersi a novembre a Torino in una “doppia” dimensione live e online.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ezio Bosso, Le cose che restano", il maestro torinese protagonista alla mostra del Cinema di Venezia

TorinoToday è in caricamento