social

Coronavirus, 'stame nen dausin' e più di altre 10 espressioni piemontesi per descrivere il virus

Un divertente tam-tam sui social

immagine di repertorio

Lunedì 4 maggio le misure di lockdown verranno allentate anche a Torino e in Piemonte.  Per comprendere e provare a spiegare il Coronavirus si sono imposte e si impongono ogni giorno nuove parole, un vero e proprio vocabolario dell'emergenza.

Ma i piemontesi moderni, eredi di quegli eroici bogianen, sanno o almeno sperano che un po' di ironia possa essere un'arma utile per sostenere il morale nella battaglia contro il Covid-19.

Soprattutto adesso che sta per scattare l'attesa, ma altrettanto temuta, fase-2. Il monito del governo a rispettare il distanziamento sociale, ad esempio, viene tradotto con la decisamente più diretta espressione piemontese, 'stame nen dausin'.

Qui di seguito troverete la divertente traduzione in piemontese di alcune delle parole più diffuse durante questi mesi di quarantena.

1) Lockdown = l'è tut sarà
2) Smart working = travaje' 'n te cà
3) Asintomatico = a l'ha niente
4) Distanziamento sociale = stame nen dausin
5) Picco = ansìma a la punta
6) Dispnea = a manca 'l fià
7) Assembramento = burdel
8) Pre triage = bugia nen che ades varduma
9) Autocertificazione = 'n due t' vade?
10) Virus = fjeul di'n can di'n virus
11) Positivo = l'ha ciapalu
12) Quarantena = stè sarà'n te cà
13) Flash mob= fè 'd burdel sul pugjeul

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, 'stame nen dausin' e più di altre 10 espressioni piemontesi per descrivere il virus

TorinoToday è in caricamento