menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fotografare i cantieri della metropolitana: grande successo per la prima edizione del concorso

Premiata dal Sindaco di Collegno

Si tratta di una delle maggiori passioni dei più anziani, ma è un hobby che coinvolge anche insospettabili giovani. Osservare lo stato di avanzamento dei lavori della metropolitana contiene da sempre per molti un fascino che per altri è davvero inspiegabile.

Così, per giocare su questo interesse che è al centro della vita di alcuni dei cittadini, il Comune di Collegno ha invitato la sua cittadinanza a partecipare alla prima edizione del concorso "Umarell". 

Umarell è un termine popolare utilizzato a Bologna per indicare gli uomini in età pensionabile che passano il tempo a guardare i cantieri offrendo consigli. Finalità del concorso è realizzare degli scatti fotografici simpatici che abbiano come oggetto gli “Umarell” davanti ai cantieri della metro.

Il verdetto della giuria

La giuria, composta dal sindaco di Collegno Francesco Casciano dall’amministratore unico di Infra.to Massimiliano Cudia e dal fotografo Renzo Miglio ha scelto tra i 5 scatti più votati sui social tra tutte le oltre 40 fotografie in concorso. Un voto che ha coinvolto oltre 2mila utenti del web.

La vittoria dell'Umarell 2020 è andata a  Alice Tugnolo. Insieme alla vincitrice, a cui è andata la simpatica statuetta dell’Umarell collegnese, sono stati premiati anche Salvatore Mungiovì (secondo classificato), Luana Tumbarello (terza classificata), Giuseppina Testagrossa (quarta classificata) e Ambra Piombo (quinta classificata). Tra i non finalisti la giuria ha premiato Rita De Nardi come miglior composizione tra tutte le fotografie in gara.

«In questi grandi cantieri si sta costruendo la trasformazione storica della zona ovest e raccontarli contribuisce a sentire proprio questo cambiamento epocale» ha dichiarato il Sindaco Francesco Casciano «Grazie alla collaborazione di Infra.to abbiamo scelto di raccontarli anche con un po’ di ironia: abbiamo scelto di fotografare gli umarell come simbolo dell’interesse e della passione per questi lavori importanti e perché siamo convinti che guardare i cantieri della metro non abbia età».

L’amministratore unico Infra.to Massimiliano Cudia: «Siamo contenti di realizzare un cantiere inclusivo attraverso iniziative di questo tipo. I cittadini in questo modo non subiscono il disagio in modo passivo ma ci aiutano ad affrontare i problemi in modo costruttivo». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento