rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
LE CURIOSITA' / Centro / Piazza Castello

Dall'orologio pazzo alla lanterna accesa: 5 curiosità sullo storico Caffè Mulassano

Un locale pieno di charme

Un locale storico che è un vero e proprio patrimonio della città di Torino. Il Caffè Mulassano, è in Piazza Castello 15 dal 1907. Questo piccolo locale di appena 31 metri quadri, caratterizzato dagli arredi in bronzo, in legno e in ottone, è dotato di un intramontabile charme.

Proprio qui, nel 1926, la signora Angela Demichelis Nebiolo inventò quello che Gabriele d’Annunzio avrebbe chiamato tramezzino, quello spuntino veloce che in breve tempo avrebbe conquistato gli italiani, anche se alcuni di quelli di Mulassano colpiscono per originalità come il tramezzino all'aragosta, quello al tartufo e quello alla bagna cauda.

Il Caffè Mulassano è anche celebre per le sue colazioni, per la cioccolata calda con crema chantilly, per il bicerin e per l'aperitivo con il Mulassano Spritz o con il Vermouth Mulassano.

Ci sono, però, altre curiosità meno note di questo storico locale torinese. Ne abbiamo scelte 5.

Orologio_Pazzo_Mulassano-2

1) L’orologio pazzo

Sulla parete  dietro il bancone, in alto a sinistra, è posizionato uno strano orologio con una sola lancetta e i numeri messi alla rinfusa. La lancetta è mossa elettricamente da un meccanismo segreto che si attiva mediante un pulsante posto alla cassa. L'orologio pazzo serve a stabilire chi deve pagare il conto fra un gruppo di amici. Chi realizza il numero più alto paga. È a disposizione di chiunque lo desideri.

2) La fontanella

Dalla fontanella di marmo e bronzo del bancone non sgorga semplice acqua del rubinetto. Prima di essere distribuita passa attraverso un impianto di filtraggio e depurazione che migliora la qualità del bicchierino d’acqua da bere prima del caffè.

3) La lanterna

C'è una lanterna davanti al locale che non serve a illuminare il portico, ma viene usata per far capire a chi esce dal Teatro Regio che il Caffè Mulassano è aperto. Infatti si accende soltanto durante le ore di apertura del caffè.

4) Menta Sacco

Il fondatore, Amilcare Mulassano era, all'inizio del secolo scorso, anche il proprietario della distilleria che produceva un famoso sciroppo, la Menta Sacco. Ecco perché campeggia sopra lo specchio dietro il bancone la scritta Menta Sacco.

5) Macario e il cinema

Erminio Macario amava trascorrervi tutti i pomeriggi. Quello con il popolare comico torinese non è l'unico legame del Caffè Mulassano con il cinema, visto che per la singolarità dei suoi arredi e per il perfetto stile di conservazione al Caffè Mulassano sono stati girati molti film. Tra questi ci sono: "4 Mosche Di Velluto Grigio" di Dario Argento, "La Donna della Domenica" di Giulio Base, "Piccolo Mondo Antico" di Mario Soldati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'orologio pazzo alla lanterna accesa: 5 curiosità sullo storico Caffè Mulassano

TorinoToday è in caricamento