rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
LE PARODIE

Dai PanPers alla versione in dialetto piemontese: le parodie virali di "Brividi"

La canzone che ha vinto il Festival di Sanremo ha ispirato dei veri e propri tormentoni che spopolano sul web

Sabato 5 febbraio Mahmood e Blanco hanno sbancato il Festival di Sanremo. La loro “Brividi”, rispettando i pronostici della vigilia, ha trionfato nella kermesse canora per eccellenza, avendo la meglio al televoto finale su Elisa, seconda con “O forse sei tu” e su Gianni Morandi, terzo con “Apri tutte le porte”.

Al trionfo sanremese è seguito quello del maggior numero di ascolti al mondo. "Brividi" in poco più di tre giorni ha conquistato la top 10 Spotify delle canzoni al debutto.

Mahmood e Blanco all'Eurovision a Torino: hanno vinto Sanremo 

Inevitabilmente, come per tutte le canzoni di maggior successo e popolarità, sono nate le parodie che a loro volta stanno spopolando sul web. Dopo un solo giorno sono già più di 360.000 le visualizzazioni per la versione di "Brividi" dei PanPers. Il loro pezzo inizia da un sogno, quello di una tagliata gourmet e spaghettini con gli scampi, “ma poi mi son svegliato e non vedo niente in frigo oltre ai finocchi. La mia paura qual è, dover riscaldare gli avanzi, guardo nel freezer ma c'è, un petto di pollo del terzo Reich, ma poi cucinare per chi? Finisce ogni giorno così..."

La paura di dover cucinare gli avanzi passa in fretta grazie a quella che ormai è la soluzione più comune. Nel ritornello “Brividi” diventa “Userò il delivery. Per mangiare basta iscriversi. E mi dovrei dosare ma sbaglio sempre, volevo due tartare ma ho schiacciato sette”.

Qui entra in scena il rider che duetta così: “ Tu, che sia sera o mattino, vuoi che consegno il panino. Tu controlli sul Gps se c’è una strada più rapida. Tu che se rallento è uno scandalo, bestemmi se mi fermo un po’ all’angolo, neanche un grazie e un buondì e mi lasci così”. “Darei la mancia al rider ma scappo sempre e se si scorda il pane gli do due stelle”, cantano i Pan Pers che dedicano la loro personalissima interpretazione parodistica di “Brividi” a “tutti i riders che ogni giorno rischiano la vita per portarci un piatto caldo”.

"Brividi", la versione dei PanPers e la parodia piemontese

Oltre alla versione del duo comico torinese sul web c’è un’altra versione di “Brividi” che piace molto dalle nostre parti: la versione piemontese.

“Brividi” in piemontese, en piemonteis, è “Tramulas”. Il ritornello, nella versione di Roberto Picotto su You Tube, diventa: "Patanù cul tramulas (Nudo con i brividi), a volte mi sai pa co di (A volte non so esprimermi), Vuriu vulète bin, ma me sbagliu sempe (E ti vorrei amare, ma sbaglio sempre) e vuriu rubete 'n ciel pien 'd perle (E ti vorrei rubare un cielo di perle)  e pagheriu per 'nde via, 'm farìu 'ndè bin fi'na na busia (E pagherei per andar via, Accetterei anche una bugia, vuriu vulète bin ma me sbagliu sempe e poi 'm ciapa 'l tramulas, tramulas, tramulas! E ti vorrei amare, ma sbaglio sempre E mi vengono i brividi, brividi, brividi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai PanPers alla versione in dialetto piemontese: le parodie virali di "Brividi"

TorinoToday è in caricamento