menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bagna cauda, come cucinare il piatto più tipico della tradizione piemontese: la ricetta

Come prepararla

Tempi duri  per la Bagna cauda. E’ la più tipica delle ricette piemontesi ma anche  la più conviviale, quella che si mangia tutti insieme, con i parenti e con gli amici. Quella che sa di rito tribale, di tradizione e di storia.
Isolati in casa, con il divieto imposto dalla pandemia per ogni contatto non strettamente necessario, ogni riunione e tanto più qualsiasi pranzo in gruppo è da considerarsi a rischio e quindi, giustamente, evitato, abolito, rimandato. Così anche la tradizione del Bagna Cauda Day in questo 2020 è stata costretta a limitarsi all’asporto, praticato dai ristoranti aderenti.

Eppure il mito della Bagna cauda in Piemonte è ben vivo, all’ordine del giorno anche in moltissime  storielle e  barzellette  che circolano in questo periodo. Cercando di esorcizzare il virus e di trasmettere un po’ di allegria, si gioca sull’unico difetto di questo piatto prelibato: l’odore. Conseguente all’abbondante aglio presente nella ricetta, l’esalazione che accompagna i commensali per qualche tempo, un tempo, diciamo, non breve, in queste storielle trasforma la Bagna cauda in uno strumento perfetto per garantire il distanziamento sociale e per ridurre la pandemia in attesa del risolutivo vaccino. 

Ma non appena sarà possibile, sconfitto il coronavirus, tornerà impetuosa la voglia di ritrovarsi con parenti e amici, spesso anche intorno ad una tavola e la Bagna cauda ritroverà il posto che le spetta. Fra le tante ricette quella che vi proponiamo è molto gustosa ma l’aglio cotto nel latte la rende apprezzabile a tutti.

Ecco la ricetta.  

Ingredienti per 4 persone                
Tempo di preparazione: 30 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti:

  • 4 teste d’aglio; 
  • 300 ml. di latte; 
  • 200 gr. di acciughe sotto sale;
  • 250 gr. di olio extravergine di oliva; 
  • Un po’  di panna.
  • Verdure di stagione crude: peperoni, topinambur, insalata belga, finocchi, carote, radicchio, foglie di verza, cardi. 
  • Verdure di stagione cotte: cipolle al forno, peperoni grigliati, barbabietole e patate lesse.

Preparazione:

  • Dissalate le acciughe lasciandole a bagno in una ciotola coperta d’acqua fredda per 2 ore, cambiando spesso l’acqua. 
  • Sbucciate gli spicchi d’aglio e tagliate ogni spicchio a metà asportando l’anima, poi  tagliateli a fettine sottili.
  • In un pentolino sistemate l’aglio con il latte; lasciate cuocere a fuoco basso fino a quando il latte si sarà, in buona parte consumato.
  • Aprite le acciughe ed eliminate interiora e spina centrale; lavatele delicatamente e asciugatele. 
  • Versate le acciughe nel pentolino dell’aglio e schiacciatele con una forchetta.
  • Aggiungete l’olio e la panna e lasciate cuocere a fuoco lento per una mezz’ora (non deve assolutamente friggere).

A questo punto, la Bagna cauda è pronta ma va servita e gustata calda, sono quindi molto utili, per non dire indispensabili i fojot, recipienti  in terracotta  costituiti da una ciotola a cui è sottoposto un fornellino ad alcol per mantenere calda la salsa. I commensali potranno così comodamente accompagnare le loro verdure preferite con la bagna sempre alla giusta temperatura.

Indispensabile un buon vino rosso corposo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento