Alberi monumentali d'Italia: dove fare foto e selfie con gli alberi più belli di Torino e del Piemonte

I patriarchi del verde

Rappresentano un luogo, una comunità, sono oggetto di storie e leggende, grazie alle particolarità che li rendono unici. In Italia gli alberi monumentali sono 3561, 219 in Piemonte. Nella classifica degli alberi monumentali sinora censiti, la nostra Regione è ben posizionata, subito alle spalle della Sardegna che ha 404 patriarchi verdi, del Friuli Venezia Giulia (344), Abruzzo (298), Lombardia (263), Piemonte (219) e Veneto (206).

Alberi monumentali: cosa sono e perché vanno tutelati

Gli alberi monumentali sono un bene comune da tutelare per il loro valore naturalistico, paesaggistico e storico-culturale, ma anche un’opportunità di sviluppo turistico ed educativo.  La Regione Piemonte, negli anni 2000, con una legge specifica, aveva approvato un elenco di 40 alberi. Nel 2013 è stata approvata una norma statale (L.10/2013 art.7), che ha stabilito una definizione di albero monumentale e criteri di monumentalità omogenei per tutta Italia, sanzioni per chi si renda responsabile di danneggiamenti e l’effettuazione del censimento nazionale.

Alberi monumentali d’Italia: dove sono a Torino e in Piemonte

La distribuzione dei 251 esemplari risulta in 141 Comuni, situati prevalentemente nei territori torinese (55), cuneese (30), alessandrino (19) e del VCO (15). Torino ha ben 13 alberi e gruppi di alberi; seguono con 5: Acqui Terme, Biella, San Secondo di Pinerolo e Stresa; con 4: Cavallermaggiore, Valdieri, Campiglione Fenile, Castagneto Po e Santena.

A testimoniare la diversità ambientale della nostra regione, dagli ecosistemi naturali fino ai parchi storici e alle alberate cittadine, gli alberi censiti appartengono a ben 73 specie, delle quali 42 autoctone del Piemonte, 28 esotiche, 3 non autoctone del Piemonte (Corbezzolo, Sughera e Quercus coccinea) pur facendo parte della flora italiana. Tra le esotiche, presenti soprattutto nelle aree urbane, la più rappresentata è il Platano, con 19 elementi, poi l’Ippocastano con 12 e il Cedro dell’Atlante con 9; tra le autoctone prevalgono il Larice con 14 soggetti, il Faggio e la Farnia con 11, il Castagno con 10, poi la Roverella (9), il Frassino (7) e il Pino cembro (6).

Gli alberi più imponenti, a livello di dimensioni, appartengono alle seguenti specie: 

  • Cedro dell'Atlante (un esemplare di 13 m di circonferenza a Montalenghe, uno di 11 m a Perosa Canavese); Castagno (oltre 11 m, a Bioglio, oltre 9 m a Monteu Roero e a Melle);
  • Sequoia gigante e S. sempreverde (oltre 9 m, Torre Pellice, e 8 m, a Biella, rispettivamente);
  •  Tiglio a grandi foglie (8,30 m a Macugnaga);
  •  Cedro dell’Himalaya (8 metri) e Canfora (7,20 metri) a Stresa;
  •  i Platani di Santena, Alessandria e Campiglione Fenile (9,70 - 7,60 – 7,45 metri);
  •  Olmo del Caucaso (oltre 7 m, a Bra);
  • Larice (6,60 m a Pietraporzio, 6,50 m a Antrona Schieranco);
  • Faggio (6,47 metri a Trasquera, 5,65 a Limone Piemonte).

Non mancano i gruppi di alberi. Tra questi ci sono:

  • il viale di farnie de La Mandria (Venaria);
  • i platani del viale di Cherasco e del Parco Cavour a Santena;
  •  i larici dell’Alpe Veglia (Varzo) e del Parco delle Alpi Marittime (Valdieri);
  •  i cembri di Usseaux;
  •  i tre Abeti di Douglas (Douglasie) del Lago di Meugliano.

Questi ultimi detengono il record di altezza: il più alto arriva a 56 metri.

Potete trovare l'elenco degli alberi monumentali d'Italia a Torino e in Piemonte al seguente indirizzo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento