rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
social

Alba Parietti è Amanda Lear a "Tale e Quale": il commento di Francesco Oppini e di Cristiano Malgioglio

Sui social la battuta del figlio di Alba Parietti, concorrente nell'ultima puntata del programma di Rai1

Alba Parietti è stata Amanda Lear per una notte grazie allo show del venerdì sera di Rai1. A “Tale e Quale “, dopo aver vestito i panni di Patty Pravo, Damiano dei Maneskin e Guesch Patti, Alba Parietti si è calata nel ruolo del personaggio affidatole dal programma: Amanda Lear.

Lo show e il commento di Francesco Oppini

“Quanto mi diverto!” ha scritto la concorrente torinese del programma a corredo della rassegna di immagini che sui social hanno mostrato i momenti salienti della serata che l’hanno vista protagonista della performance eseguita con indosso una tutina tigrata e lunghi capelli biondi. Come riporta Today, il momento in cui la showgirl 60enne è salita sul banco dei giudici davanti a un Cristiano Malgioglio sconcertato è stato ripreso dalla pagina social Trash Italiano, riscuotendo un grande successo da parte dei follower. Tra loro anche Francesco Oppini che alla madre ha riservato un commento particolarmente apprezzato dagli utenti per la sua simpatia: “Avevo una madre…” ha scritto il figlio di Alba Parietti affiancando l’emoticon che esprime grandi risate, ottenendo centinaia di like e decine di commenti in supporto.

Il commento di Cristiano Malgioglio

“Sono al telefono con Amanda Lear che ha appena ascoltato la versione di Tomorrow di Alba Parietti e si è sentita male. Le è venuta la febbre a 40 e sta cercando un’autoambulanza”, aveva sentenziato il giudice del programma tra le risate del pubblico in studio e a casa che sempre con grande partecipazione vive in diretta social tutti i momenti più emozionati del programma.

Tale e Quale, Francesca Alotta imita Mia Martini e vince: la classifica della sesta puntata

Fonte: Today
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alba Parietti è Amanda Lear a "Tale e Quale": il commento di Francesco Oppini e di Cristiano Malgioglio

TorinoToday è in caricamento