Venerdì, 22 Ottobre 2021
social

50 Top Pizza, 2 pizzerie torinesi e 5 piemontesi nella prestigiosa guida: la classifica

Menzionate nella 'Classifica Italia' e tra 'Le 50 Migliori Pizze in Viaggio in Italia"

Anche quest'anno sono arrivati i verdetti di 50 Top Pizza. Questa guida, italiana e internazionale, fin dal suo lancio nel 2017 ha perseguito l’obiettivo di stilare una vera e propria classifica delle pizzerie del Belpaese, napoletane, romane e italiane senza distinzione.

La graduatoria viene delineata grazie ai giudizi di 100 collaboratori che visitano le pizzerie in maniera anonima, pagando il conto senza farsi riconoscere. 50 Top Pizza, anno dopo anno, sta diventando sempre più seguita e considerata da parte degli appassionati e degli addetti ai lavori, come testimoniano la crescita sulla pagina Instagram e sulla pagina FB.

Il primo posto, per il secondo anno consecutivo, è andato alla pizzeria di Caserta 'I masanielli' di Francesco Martucci, mentre il podio l’hanno conquistato ‘10 Diego Vitagliano Pizzeria’ di Napoli e ‘Seu Pizza Illuminati’ di Roma.

50 Top Pizza: i premi per il Piemonte

Nella classifica per regioni, che vede in testa la Campania con 29 insegne, Il Piemonte piazza 6 pizzerie tra le migliori 100. Tra i locali che si aggiudicano la menzione di 'Pizzeria Top' al 22esimo posto si posiziona Patrick Ricci – Terra, Grani, Esplorazioni di San Mauro Torinese. Questa la menzione ricevuta:

22-Patrick-Ricci-Terra-Grani-Esplorazioni-2

"La qualità della pizza è indiscutibile: impasti ben fatti, prodotti di qualità ed abbinamenti ricercati. In più il locale è stato ritinteggiato ed abbellito ed ora è più luminoso. Bisogna sapere che qui si serve la pizza a spicchi e gli ospiti vengono invitati a mangiare con le mani, se proprio vi servissero le posate, il personale sarà ben felice di portarle. Il menù è diviso in pizze “arcaiche”, “rappresentative”, “evocative”, “fetta dolce”. Per la parte salata “la tonno e cipolla” è raffinata nelle sensazioni palatali, ancestrale il sapore della “genesi”, un pezzo di focaccia da intingere in una salsa di pomodoro, realizzata con il metodo Liebig o tecnica molecolare. L’esperienza gastronomica salata e dolce è eccitante e per certi aspetti unica. Prezzi un filino sopra la media cittadina, servizio molto attento, bella la selezione di birre artigianali. Adatto a coppie o a piccoli gruppi, in ogni caso è sempre meglio prenotare".

Altre 5 pizzerie piemontesi, che si sono posizionate dal 51esimo al 100esimo posto, sono state indicate come "Grandi pizzerie". Nel dettaglio sono:

  • 38)        Gusto Divino, Saluzzo (CN), Piemonte (qui trovate la menzione dalla guida 50 Top pizza 2021)
  • 65)        Osteria Pizzeria Per Bacco, La Morra (CN), Piemonte (qui trovate la menzione dalla guida 50 Top pizza 2021)
  • 88)        Uagliò, Torino, Piemonte (qui trovate la menzione dalla guida 50 Top pizza 2021)
  • 89)  Libery Pizza & Artigianal Beer,  Torino, Piemonte (qui trovate la menzione dalla guida 50 Top pizza 2021)
  • 98)   Vola Bontà per Tutti, Castino (CN), Piemonte (qui trovate la menzione dalla guida 50 Top pizza 2021)

Torino e il Piemonte possono festeggiare anche un altro grande risultato. Nella categoria riservata alle pizze al taglio e d'asporto, 'Le 50 Migliori Pizze in Viaggio in Italia', Tellia ha ottenuto il quinto posto.

Un altro grande risultato per la pizzeria che, nelle sue due sedi, in centro in Via San Tommaso e a Santa Rita, in Corso Sebastopoli 241, propone la sua pizza in teglia alla romana, 'croccante e morbida allo stesso tempo'. Un altro prestigioso riconoscimento dopo quello ottenuto dal Gambero Rosso che aveva eletto la pista Polpo di Tellia come la Miglior Pizza al taglio d'Italia.

50 Top Pizza premia Tellia con questa menzione:

"Il super-livello dei sapori induce dipendenza. A rischio di ripassare più volte al giorno per aggiungere un assaggio, e poi ancora un altro. Perché da Tellia si può portare via o degustare sugli sgabelli anche soltanto una strisciolina di pizza da 2 euro, oppure proseguire per ore senza riuscire a esaurire le declinazioni al banco. Vegana, agli asparagi, oppure fonduta al pecorino e faraona sfilacciata, per lanciarsi con burrata, scarola, ciliegie e speck d’anatra, le variabili sono quasi infinite e sorprendenti. Impossibile limitarsi, ma l’assaggio a oltranza è permesso. Insomma, un tempio del peccato di gola senza mezze misure. Da meritare persino una trasferta in treno da un’altra città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

50 Top Pizza, 2 pizzerie torinesi e 5 piemontesi nella prestigiosa guida: la classifica

TorinoToday è in caricamento