Tempo pieno per tutti nelle scuole di Moncalieri, unico caso in Italia

Dalla materna alle medie. Investiti 400mila euro per garantire lezioni e corsi gratuiti

Immagine di repertorio

Novità per l’anno scolastico appena iniziato. A Moncalieri arriva il “tempo pieno” per tutti gli studenti, dalla materna alle medie. Coloro che lo vorranno potranno frequentare le lezioni dal mattino al pomeriggio, dal lunedì al venerdì. 

“Investiamo infatti 400mila euro per garantire lezioni e corsi gratuiti anche ai ragazzi delle elementari che finora erano iscritti al cosiddetto "modulo" e a quelli delle medie per cui sono previsti uno o al massimo due rientri pomeridiani” spiega il sindaco Paolo Montagna.

Oltre a ciò, per ogni classe della materna e delle elementari, sarà garantita una attività culturale o sportiva in orario scolastico, per integrare l’offerta formativa delle singole scuole, sempre a carico del Comune. Nei 4 Istituti Comprensivi cittadini, la “rivoluzione” coinvolge 4.264 bambini e ragazzi.  

Un modello di scuola per aiutare le famiglie

“Abbiamo voluto costruire questo modello per aiutare le famiglie ma soprattutto per i ragazzi, che potranno passare molto più tempo a scuola e frequentare corsi gratuitamente. Crediamo che il tempo trascorso sui banchi sia un tempo ben speso che dà valore a tutta la nostra Comunità”.

“Speriamo di essere un esempio”

Continua il sindaco: “Sappiamo di essere l’unico caso in Italia per questa esperienza e ci auguriamo che altri comuni possano seguire il nostro esempio, perché il Paese ha bisogno di ripartire dalla scuola, luogo di formazione, integrazione e futuro. Ringrazio l’Assessore Giuseppe Messina per l’impegno quotidiano volto a raggiungere questo importante risultato”.

Come funzionano le attività e come sono state organizzate

Nello specifico, il Comune di Moncalieri ha lanciato una chiamata pubblica ad associazioni culturali e sportive del territorio offrendo ai dirigenti scolastici la possibilità di costruire, sentiti i genitori, un’offerta pomeridiana che comprende corsi di inglese, musica, teatro, arte, sport e altre attività che solitamente le famiglie cercano sul mercato privato. E che non sempre tutti possono permettersi.
A costo zero, i ragazzi potranno così arricchire le proprie competenze e coltivare i propri talenti, fare i compiti con docenti di ruolo, in molti casi con i loro stessi insegnanti. Naturalmente l’adesione è su base volontaria, ma i primi numeri sono incoraggianti.  
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

  • Brutto incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, due feriti, circolazione paralizzata

  • Si fa un selfie con Brumotti, ma i poliziotti lo riconoscono: arrestato latitante

Torna su
TorinoToday è in caricamento