Con il freddo arriva l'influenza: da novembre è disponibile il vaccino

Quest'anno costringerà 5 milioni di persone a letto

Dal 12 novembre sarà disponibile, negli studi medici, la vaccinazione antinfluenzale. Con l'arrivo della stagione fredda, come ogni anno, anche l'influenza è infatti alle porte e sebbene si suppone che quest'anno sarà più blanda rispetto a quella del 2017-2018 - considerata una delle più pesanti degli ultimi anni -, è stato ipotizzato che potrebbe mettere a tappeto 5 milioni di persone, con un costo economico da non sottovalutare. Si stima che tra assenze dal lavoro, spesa per farmaci e assistenza, verranno spesi ben 10 miliardi di euro. Le Asl si stanno dunque organizzando per far fronte a qualunque emergenza partendo dalla prevenzione.

Perchè vaccinarsi

I virus dell’influenza cambiano molto spesso ed ogni anno viene fatto un nuovo vaccino per proteggerci dai virus che circoleranno nella prossima stagione invernale. Lo scopo del vaccino è quello di proteggere dall’influenza o far si che il decorso dell’influenza sia meno severo. Alcune fasce di popolazione, come i bambini piccoli e gli anziani, possono essere maggiormente a rischio di gravi complicanze influenzali, come polmonite virale, polmonite batterica secondaria e peggioramento delle condizioni mediche sottostanti. Tra i gruppi a rischio le donne in gravidanza rappresentano il più importante dei gruppi a rischio per se stesse e per il feto.

Gratis per le fasce a rischio

“Anche se la vaccinazione antinfluenzale rappresenta un’opportunità per tutta la popolazione – spiega Anna Maria Scala responsabile del servizio Prevezione -, per i motivi sopra esposti viene raccomandata anche offerta gratuitamente a tutte le persone di età pari o superiore ai 65 anni, ai pazienti a rischio e agli operatori sanitari che hanno contatto diretto con i pazienti a più alto rischio di acquisizione/trasmissione dell’infezione influenzale”.

E’ importante sapere che Il vaccino non contiene nessun virus e non può causare l’influenza. Ci vogliono circa 2 settimane perché il vaccino sviluppi la protezione e questa dura per tutta la stagione influenzale. Da quest’anno sarà disponibile un vaccino in grado di proteggerci da ben 4 tipi diversi di virus influenzali H1N1, H3N2, B Victoria e B Yagamata. Le controindicazioni al vaccino sono molto poche: allergie molto severe ad alcuni componenti del vaccino, storie precedenti di sindrome di Guillain-Barré. Il vaccino deve essere temporaneamente evitato in caso di affezioni febbrili. Il vaccino previene inoltre la diffusione della malattia ad altre persone nella comunità, ed è quindi offerto gratuitamente anche a tutti i soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e da quest’anno anche ai donatori di sangue.

I sintomi influenzali

L'influenza è una malattia respiratoria che può manifestarsi in forme di diversa gravità, che in alcuni casi, possono comportare il ricovero in ospedale e anche la morte. I sintomi più comuni dell’influenza sono la febbre alta, sopra i 38 gradi, che arriva all’improvviso, i dolori muscolari-articolari e i sintomi respiratori come tosse, congestione nasale e mal di gola. Se questi tre sintomi non si presentano tutti insieme allora non si è di fronte a un caso di influenza, ma si tratta piuttosto di infezioni respiratorie acute o sindromi parainfluenzali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento