Salute

Piano vaccinale in Piemonte: il punto della situazione e le novità in attesa della zona bianca

A Torino si utilizzerà l’Open hub Valentino dal venerdì alla domenica

Il 20,2% dei piemontesi ha concluso il ciclo vaccinale

Mentre il Piemonte sta andando verso la zona bianca, che potrebbe scattare tra il 10 e l'11 giugno, la Regione oggi fa il punto sulla situazione epidemiologica e sulla campagna vaccinale anticovid. È il presidente della Regione a comunicare alcune importanti novità tra cui la nomina dei nuovi direttori generali della sanità regionale (tutte le nomine al fondo dell’articolo). Insieme alla Giunta presente in conferenza stampa, Alberto Cirio illustra i numeri della campagna vaccinale al 28 maggio, annuncia l’utilizzo dell’hub Valentino per le vaccinazioni e l’arrivo di uno schermo installato in piazza Castello che darà in tempo reale il numero dei vaccini somministrati in Piemonte. Fino a fine ottobre lo schermo alternerà questo dato e i video dei vip che sostengono la campagna vaccinale.

Piano vaccinale: aggiornamento al 28 maggio

“Ad oggi il Piemonte ha somministrato 2milioni e 400mila dosi pari a oltre il 91,3% delle dosi consegnate fino ad ora. I numeri ci collocano nella classifica nazione al primo posto tra le regioni grandi e al terzo nella complessiva – afferma Alberto Cirio -. Il 20,2% della popolazione ad oggi risulta vaccinata, significa che il sistema funziona”.

Tra gli altri dati messi sul piatto: i numeri dei centri vaccinali e dei vaccini somministrati e somministrabili giornalmente, le 700 aziende certificate pronte per essere operative (progetto che deve essere autorizzato dal generale Figliuolo), i medici in campo nella campagna vaccinale e le 500 farmacie pronte ad aderire alla campagna vaccinale dalla seconda settimana di giugno. I dettagli rimangono da definire entro la prossima settimana: questa iniziativa è fatta in autonomia e non richiede l’autorizzazione del governo centrale.

A metà giornata di oggi, venerdì 28 maggio, sono 64mila i 30enni che hanno aderito alla vaccinazione sul portale il Piemontetivaccina. Dal 3 giugno potranno dare la propria adesioni i giovani di età compresa tra i 29 e 16 anni. In Piemonte rimane sempre aperta, fino a coloro che hanno 79 anni di età, la possibilità di aderire alla campagna vaccinale.

Open hub Valentino a Torino


L’ospedale temporaneo allestito all’interno del V padiglione del parco del Valentino di Torino sarà in parte destinato a centro vaccinale per i cittadini di tutto il Piemonte. “Per prudenza manteniamo l’assetto ospedaliero, ma in parte sarà un open hub vaccinale attivo nei giorni di venerdì, sabato e domenica”, spiega l’assessore alla Sanità Luigi Icardi. Sarà quindi un hub versatile per rispondere alle varie esigenze che si possono manifestare.

Come funzionerà? Ogni lunedì dalle 12 (online su ilpiemontetivaccina) ci sarà la possibilità di iscriversi fino ad esaurimento posti. Si partirà da coloro che hanno oltre 60 anni per poi passare, a scaglioni, alle altre categorie. 

A chi è rivolto? A coloro che non hanno mai fatto la preadesione, a coloro che non hanno ancora un appuntamento e a coloro che hanno un appuntamento fissato oltre 10 giorni dal momento dell’adesione. 
Ogni lunedì si aprono le prenotazioni relative al fine settimana e le prenotazioni si azzerano il lunedì dopo. Qui si farà la prima dose poi il cittadino sarà chiamato per seconda dose in un’area a lui più comoda per territorialità.  
hub valentino (2)-2

Nomine nuovi direttori generali della sanità regionale

Su proposta dell’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, questa mattina la Giunta regionale ha provveduto alla nomina dei nuovi direttori generali della Sanità piemontese nelle sedi in scadenza il 31 maggio 2021. Al di là delle posizioni confermate, oppure già recentemente rinnovate, si tratta di dieci nuovi direttori, tra cui due donne. I nuovi incarichi avranno una durata di tre anni.
In particolare, all’Asl To4 andrà Stefano Scarpetta, 49 anni (attuale direttore amministrativo Asst Monza), all’Asl To5 Angelo Pescarmona, 64 anni (commissario Ausl Valle d’Aosta), all’Azienda ospedaliera San Luigi di Orbassano Francesco Arena, 64 anni (direttore amministrativo dell’Azienda ospedaliera di Alessandria), all’Asl Cn1 Giuseppe Guerra, 60 anni (direttore sanitario dell’ospedale di Savigliano), all’Azienda ospedaliera di Cuneo Santa Croce – Carle Elide Azzan, 59 anni (direttore sanitario Asl Novara), all’Asl di Alessandria Luigi Vercellino, 51 anni (direttore generale Asl To4), all’Azienda ospedaliera di Alessandria Valter Alpe, 58 anni (direttore amministrativo Città della Salute di Torino), all’Asl di Novara Angelo Penna, 59 anni (direttore generale Asl Vercelli), all’Asl di Vercelli Eva Colombo, 53 anni (direttore amministrativo Asl Città di Torino) e all’Asl di Biella Mario Sanò, 51 anni (direttore Farmacia ospedaliera Asl Cn2).
Confermati invece i direttori generali Carlo Picco all’Asl Città di Torino, Giovanni La Valle alla Città della Salute di Torino, Franca Dall’Occo all’Asl To3, Maurizio Dall’Acqua all’Azienda ospedaliera Mauriziano di Torino, Massimo Veglio all’Asl Cn2, Flavio Boraso all’Asl di Asti, Gianfranco Zulian all’Azienda ospedaliera di Novara e Chiara Serpieri all’Asl Vco.
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano vaccinale in Piemonte: il punto della situazione e le novità in attesa della zona bianca

TorinoToday è in caricamento