Giovedì, 24 Giugno 2021
Salute Aurora / Via San Giuseppe Benedetto Cottolengo, 9

Dal Cottolengo una nuova tecnica laser per guarire calcoli e tumori

E' stata messa a punto dal dottor Cesare Scoffone

Arriva dal Cottolengo di Torino una nuova tecnica laser-soft per guarire calcoli e tumori. Il procedimento guarisce in un meno di un'ora la prostata ingrossata risparmiando le cellule sane e proteggendo il cuore. Messa a punto dal dottor Cesare Scoffone, primario dell’Urologia del Cottolengo, la nuova tecnica ha superato brillantemente la prova su circa 600 pazienti affetti da Ipertrofia Prostatica Benigna (ingrossamento della prostata, ndr) che colpisce il 50% degli italiani over-50 e l'80% degli ultra ultrasettantenni.

dottor Scoffone ospedale Cottolengo Torino  (1)-2

Un intervento senza cicatrici

"La laser Totally HoLEP (Holmium Laser Enucleation of the Prostate) - precisa Scoffone - è l'unica tecnica che opera senza toccare il tessuto prostatico e consente l'asportazione in blocco dell'adenoma senza perdite di sangue. Rispetto alla chirurgia del passato, l'istantanea coagulazione dei vasi, che riduce il sanguinamento intraoperatorio dal 15-20% all'1-2%, fa del laser a olmio lo strumento d'elezione per l'oltre un milione di italiani affetti da gravi malattie cardiovascolari in cura con anticoagulanti e/o antiaggreganti, che ora possono essere operati in tutta sicurezza senza sospendere la terapia salvavita. La nuova metodica - spiega ancora - non causa incontinenza urinaria e impotenza in quanto agisce all'interno della ghiandola prostatica".

L'intervento che si svolge in anestesia spinale e per via endoscopica transuretrale, cioè seguendo le vie naturali del corpo, quindi senza incisioni della pelle, ha una durata che va dai 40 minuti a un'ora e mezza.

Il congresso

L'innovativo procedimento verrà illustrato alla nona edizione del Technology and Training in Endourology, organizzato e presieduto da Scoffone, che si terrà proprio al Cottolengo dal 6 all'8 novembre. Sono in programma dibattiti e tavole rotonde durante le quali gli esperti internazionali si confronteranno su clinica e linee guida urologiche, ma soprattutto sulla conoscenza da parte di Scoffone dell'avanzata tecnologia degli strumenti usati in sala operatoria al fine di ottimizzare i risultati e ridurre al minimo il rischio di complicanze.

Durante le sezioni di live surgery verranno effettuati interventi chirurgici in diretta, trasmessi in alta definizione dalle sale operatorie del Cottolengo all' Aula magna, sede del congresso, e altri saranno trasmessi da remoto, due dall'India e uno dagli Stati Uniti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Cottolengo una nuova tecnica laser per guarire calcoli e tumori

TorinoToday è in caricamento