Salute

Coronavirus, al via i tamponi "Pit Stop": il test senza scendere dall'auto

Solo per pazienti positivi asintomatici

Sul territorio dell'Asl To3 prende via oggi, giovedì 2 aprile, "Pit Stop",  il test di controllo da Covid-19 per persone positive e non più sintomatiche. I pazienti stessi si recheranno autonomamente, nei luoghi e negli orari indicati, per l’esecuzione del tampone  in modo rapido e sicuro, senza scendere dall’auto.

Le sedi individuate per il progetto “Pit Stop”, distribuite su tutto il territorio AslTo3, sono: Villa Rosa a Collegno; il polo sanitario di via don Sapino a Venaria; il presidio territoriale Orbassano; il polo Sant'Agostino di Avigliana; l'ospedale di Susa; l'ospedale di Pinerolo e il presidio ospedaliero di Rivoli.

Un test di verifica 

Il progetto è dedicato ai pazienti Covid positivi in sorveglianza sanitaria e in isolamento domiciliare, che necessitano di test con tampone per la verifica della negatività virologica. In questi casi sono previsti due test negativi, a distanza di almeno 24 ore l’uno dall’altro, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità.

Si tratta di persone asintomatiche o con sintomi lievi, in grado di mettersi alla guida di un veicolo o che abbiano la possibilità di essere accompagnati da un’altra persona in condizioni di sicurezza, mantenendo la massima distanza possibile e indossando guanti e mascherina.

Sei tamponi all'ora

L’obiettivo è quello di rendere più efficiente la procedura di esecuzione dei test, ottimizzando i tempi e quindi aumentando il numero complessivo di tamponi eseguibili in giornata: in media è previsto un tampone ogni 10 minuti, per un totale di 6 tamponi l’ora.

Sarà il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria a contattare telefonicamente il paziente, ad accertarsi delle sue condizioni cliniche, dell’idoneità all’esecuzione del tampone di controllo in modalità “drive through” e a comunicargli data, orario e relative procedure di accesso alla sede di esecuzione del test.

 " L’esecuzione del test in modalità “drive through” – commenta il Direttore Generale ASL To3 Flavio Boraso – è una modalità in fase di sperimentazione anche in altre aree del paese. Consente di aumentare, attraverso una ottimizzazione delle risorse e una migliore efficienza dell’organizzazione dei servizi, la capacità di controlli eseguibili giornalmente e di far fronte alla necessità, sempre crescente, di test per i pazienti a domicilio. In particolare per le persone in attesa di accertamento della guarigione e di uscita all’isolamento.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al via i tamponi "Pit Stop": il test senza scendere dall'auto

TorinoToday è in caricamento