menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La nuova sala d'attesa al Regina Margherita

La nuova sala d'attesa al Regina Margherita

Al Regina Margherita c'è "Nuvoletta", la coloratissima sala d'aspetto per i piccoli pazienti

Un ambiente sereno e "umanizzato"

C'è un'atmosfera serena e decisamente piacevole nella nuova sala d'aspetto all'ospedale dei bambini Regina Margherita. Un intervento di "umanizzazione" che è stato realizzato nel reparto di otorinolaringoiatra e che ha contribuito a ribattezzare l'ambiente con il nome fantasioso di "Nuvoletta". Uno spazio dove i genitori insieme ai loro bambini, dovranno trascorrere del tempo, ma lo faranno in un clima rilassato e giocoso, fra disegni di farfalle e fiori sulle pareti e sedili colorati. 

"Fare sistema tra il finanziamento di privati ed il sistema pubblico. Nuvoletta - ha dichiarato Andrea Jacopo Fava, Presidente del Progetto Pinocchio che, insieme ad Anna Lumello Quaglino, ha seguito il fundraising e la progettazione della sala - è un esempio virtuoso di questa sinergia. L'auspicio è che questa tipologia di interventi negli ambienti ospedalieri possa diventare modello di riferimento per sviluppare un concetto di degenza e cura che ponga l'attenzione anche al contesto in cui i pazienti, grandi e piccoli, si trovano a dover interagire."

Dopo l'intervento di decorazione delle pareti della sala, sono stare applicate pellicole speciali alla sala di aspetto che è stata quindi trasformata in un ambiente accogliente ed a misura di bambino. La finalità principale del restyling è stata quella di rendere meno traumatico non solo l'approccio, ma anche il trattamento dei piccoli pazienti che dovranno essere sottoposti agli esami diagnostici. Una volta entrati nell'ambiente, i bambini potranno vivere uno spazio colorato, distratti dai particolari delle decorazioni inserite sulle pareti e sul soffitto.

 "Migliorare l'ambiente dei nostri ospedali per i pazienti, in modo particolare se si tratta di piccoli pazienti - ha commentato l'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta -, è uno degli interventi più importanti che si possono fare all'interno del sistema sanitario. Per questo motivo come assessorato alla Sanità abbiamo cercato fin da subito di diffondere il più possibile queste pratiche, inserendo anche l'umanizzazione delle cure fra gli obiettivi dei direttori generali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento