A Torino un nuovo robot per operare alla colonna vertebrale

Interventi precisi e meno invasivi

Si chiama "Excelsius Gps" il nuovo robot in uso alla Clinica Fornaca di Torino da qualche settimana. Si tratta di un macchinario di tecnologia Made in USA dal costo di un milione di euro, che rende possibile l’intervento con grande precisione e riducendo la probabilità di errore al minimo, su spondilolistesi, stenosi lombare ed ernie del disco, ma anche su fratture vertebrali. L’impiego del robot inoltre non richiede interventi invasivi, permettendo al paziente di essere dimesso nelle successive 24 ore e di riprendere in pochi giorni le normali attività quotidiane.

“I risultati dei primi interventi eseguiti confermano l'efficacia del sistema di navigazione robotizzata - spiega il dottor Carlo Alberto Benech dell’equipe neurologica guidata dal professor Franco Benech e dalla dottoressa Rosa Perez -. Le tecniche mininvasive necessitano di un'accuratezza sempre maggiore e il robot a nostra disposizione migliora la precisione d'intervento riducendo l'uso di raggi X, caratteristico di altre tecniche mininvasive".

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento