Carmagnola, da luglio il pronto soccorso riapre anche di notte

Dal 27 marzo, per l'emergenza Covid, l'attività era ridotta alla sola fascia diurna

Tornerà attivo con orari normali, a partire dal 1 luglio, il pronto soccorso dell’Ospedale San Lorenzo di Carmagnola. L’attività del reparto del presidio carmagnolese, dal 27 marzo scorso, a causa dell'emergenza sanitaria, era stata ridotta alla sola fascia diurna con l’interruzione della ricezione in quella notturna dalle ore 20 alle ore 8.

“La parziale chiusura temporanea era stata determinata dall’emergenza Covid che ci stiamo lasciando piano piano alle spalle – ha detto il Direttore generale dell’Asl TO5, Massimo Uberti -. Siamo felici che tutto possa tornare alla normalità e alle attività quotidiane sperando di non dover più affrontare crisi sanitarie come quella trascorsa o, quantomeno, che se mai dovesse ripresentarsi, il nostro sistema saprà come farne fronte”. 

Graduale ritorno alla normalità 

L’assessore Luigi Genesio Icardi che era intervenuto a suo tempo sulla chiusura notturna commenta così la riapertura del pronto soccorso e il nuovo ruolo del presidio carmagnolese: “Ringrazio l’Asl TO5 e i sindaci del territorio, in particolare il sindaco di Carmagnola, per la loro disponibilità in una fase di emergenza come quella che abbiamo vissuto nel mese di marzo. Come anticipato a suo tempo, ora ci sono le condizioni per un pieno ritorno alla normalità. Un grazie anche ai cittadini che hanno compreso la situazione, dimostrando grande collaborazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatta per la riapertura del pronto soccorso e per il graduale ritorno alla normalità anche la sindaca di Carmagnola, Ivana Gaveglio: “Il nostro apprezzamento per la precisione con la quale il direttore generale Uberti aveva assicurato la riapertura del pronto a fine giugno e così è stato. Massima riconoscenza, dunque, e due considerazioni: la prima è che questo ritorno alla normalità è una indicazione che il Covid, in qualche modo, è stato domato, e l’altra - conclude - una conferma del senso di attaccamento a questo servizio e che dà un segnale di tranquillità a tutti i cittadini del carmagnolese”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Coronavirus: in Piemonte da lunedì didattica a distanza per il 50% degli allievi delle superiori (dal secondo anno)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento