Nuovo reparto di oncoematologia pediatrica, un investimento da un milione e mezzo

Potrà ospitare 16 bimbi malati

Una delle stanze del nuovo reparto

Inaugurato oggi, martedì 5 novembre 2019, il nuovo reparto di oncoematologia pediatrica dell'ospedale infantile Regina Margherita, dopo un lungo e importante intervento di restyling.

Diretto dalla professoressa Franca Fagioli, conta 16 camere singole, spazi dedicati all’attività ludica (sala giochi e spazio adolescenti), all’attività educativa (nido e scuola di ogni ordine e grado) e ai genitori e si trova al quinto piano del presidio sanitario, su una superficie di 900 metri quadri.

Pensando che potesse essere gradito tanto ai più piccoli quanto agli adolescenti, è stato scelto l’ambiente naturale come tema per l’allestimento grafico. Traendo ispirazione dalla natura, gli ambienti sono stati caratterizzati da illustrazioni di piccoli insetti, grandi
farfalle e personaggi umani che si muovono insieme agli elementi naturali formando un tutt’uno.

Al fondo del corridoio la grande sala giochi è stata riprogettata come un grande open-space dedicato al gioco ed allo svago, con spazi ed arredi adatti ai piccoli pazienti. Adiacenti ad essa vi sono una sala riunioni a disposizione dei medici ed una sala per lo studio.

Il progetto di restyling è stato realizzato dallo Studio Miroglio + Lupica Architetti Associati. Ha richiesto investimenti per un milione e mezzo di euro.

Quello odierno è anche un nuovo importantissimo traguardo per la sezione Piemonte dell’associazione Adisco, che ha finanziato l'opera con un milione. Il restante mezzo milione è stato ottenuto con il contributo di Compagnia di San Paolo.

“Ci auguriamo che questo nuovo progetto, un traguardo importantissimo per Adisco Piemonte e per tutta la cittadinanza - dichiara la presidente Maria Teresa Lavazza - possa invitare ancor più i torinesi a mostrare la propria solidarietà ed a dare il proprio contributo per nuovi interventi e nuovi obiettivi centrali per la comunità”.

“Inauguriamo - aggiunge Silvio Falco, direttore generale dell'azienda ospedaliera Città della Salute - un reparto di degenza gioiello per i nostri piccoli pazienti e le loro famiglie. Una ristrutturazione che esalta sia l'aspetto del percorso diagnostico terapeutico sia quello dell'umanizzazione degli ambienti ospedalieri. Si tratta di un reparto che valorizza sempre più le eccellenze delle specialità pediatriche della nostra azienda".

“Il nuovo reparto - conclude la direttrice Fagioli - è stato concepito sia per garantire il diritto alla privacy del bambino e dell’adolescente ammalato di tumore, sia per offrire attività ludiche, ricreative e riabilitative in spazi dedicati. All’umanizzazione è stata coniugata l’innovazione tecnologica, tutte le stanze sono dotate di monitoraggio continuo, requisito indispensabile per la conduzione di sperimentazioni cliniche”.

Al taglio del nastro hanno partecipato, tra gli altri Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, l'assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi, il rettore dell'Università di Torino Stefano Geuna, la vicepresidente del consiglio comunale Viviana Ferrero e Alberto Anfossi, segretario Generale Compagnia di San Paolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento