Nasce il Rec: centro all’avanguardia per la formazione in ginecologia e ostetricia

Al Sant’Anna

Nasce a Torino il Rec (Research and Educational Center) per la formazione di ostetrici e ginecologi. Un vero e proprio “centro di addestramento” della Città della Salute e dell’Università di Torino, guidato dalla prof. Chiara Benedetto, volto a migliorare la tutela della salute della donna.

Simulazione realistica 

Collocato in uno spazio di circa 700mq, al piano meno uno dell'ospedale Sant’Anna, è dotato dei più aggiornati high fidelity mannequin/models sia per l’ostetricia che per la ginecologia, in grado di rendere la simulazione sempre più realistica e vicina ai quotidiani scenari in sala parto e in sala operatoria. Il centro è all’avanguardia non solo nella simulazione, ma anche nel sistema di insegnamento, avvalendosi dei più innovativi sistemi multimediali: videocamere ambientali ad alta definizione, sistema di regia con monitor full-hd e sistemi audio per ogni postazione endoscopica per un costante monitoraggio dei discenti, durante l’esecuzione del training.

 “Il Rec appena inaugurato - ha commentato Silvio Falco, direttore generale della Città della Salute - è un'ulteriore conferma dell'eccellenza a livello italiano ed europeo dell'ospedale Sant'Anna e della Città della Salute. Un Centro dove verrà esaltata la fattiva collaborazione tra l'Università e la nostra Azienda e dove potranno convivere e sublimarsi la ricerca, la formazione e l'aspetto sanitario per la crescita delle future generazioni di nuovi professionisti. Inoltre la parte strutturale è un nuovo passo avanti compiuto verso la totale umanizzazione dei nostri ospedali”. 

Punto di riferimento internazionale 

 Il Centro, uno dei soli dieci al mondo accreditati a livello internazionale, sarà sempre più un riferimento internazionale con importanti ripercussioni positive sul territorio in termini clinico-assistenziali ed economici e anche modello di eccellenza nella ricerca e nell’attività formativa e professionalizzante.

Nel Rec saranno organizzate sessioni di formazione e apprendimento rivolte a medici specialisti e specializzandi, ostetriche, infermieri, strumentisti e personale di sala operatoria per un numero più elevato di partecipanti rispetto all’attuale, non solo di Torino e Piemonte ma anche di altre regioni italiane e di altre nazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

Torna su
TorinoToday è in caricamento