“Prevenzione Serena”, riparte il piano di screening oncologico in Piemonte

L’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi: “Avvio graduale per garantire la sicurezza”. Si inizierà con lo screening dei tumori alla mammella, per avviare successivamente quelli del tumore della cervice uterina e dei tumori colorettali.

Immagine di repertorio

Da questa settimana riprende, su tutto il territorio regionale, il piano di screening oncologico Prevenzione Serena. Lo ha annunciato nei giorni scorsi l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi: “Sarà una ripartenza graduale – osserva Icardi -, che tiene conto della necessità di non sguarnire il personale delle Unità di crisi locali impegnate nel piano di allerta per il tracciamento dei contagi covid sul territorio e di svolgere le prestazioni nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e divieto di assembramento richieste dalla situazione emergenziale, in modo da garantire la sicurezza sia degli operatori che degli assistiti, sulla base di protocolli approvati e condivisi”.

In particolare, verrà riattivato il primo livello dei programmi di screening oncologico, con appuntamenti confermati (anziché prefissati) e intervalli tra ciascun esame sufficienti a permettere l’attuazione delle misure di sanificazione, vestizione e svestizione del personale. Si inizierà con lo screening dei tumori alla mammella, per avviare successivamente quelli del tumore della cervice uterina e dei tumori colorettali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I responsabili di programma – rileva l’assessore regionale Icardi - definiranno, di concerto con le Aziende territoriali ed ospedaliere, un piano di recupero del ritardo, esplicitandone la scansione temporale nel corso dei prossimi mesi. In più, per limitare l’impatto della riduzione di attività dovuta alle prescrizioni di sicurezza covid, laddove possibile saranno presi in considerazione interventi di rimodulazione dell’orario di apertura dei servizi, per incrementare il numero di prestazioni ai soggetti interessati dal programma di prevenzione”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento