Rischiava di soffocare a causa di un grosso tumore: salva grazie all'Ecmo

L'eccezionale intervento al pronto soccorso delle Molinette

È arrivata in pronto soccorso con una voluminosa massa tumorale in trachea che stava per soffocarla ma è stata salvata grazie a un intervento con uso di Ecmo in emergenza.
Un'operazione che avviene per la prima volta presso le sale del reparto di Anestesia e Rianimazione del Pronto soccorso dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, su una paziente di 72 anni con capacità respiratorie ormai praticamente nulle.

Il tumore ostruiva la parte bassa della trachea quasi del tutto, lasciando uno spazio respiratorio di solo 1 millimetro: cosa che non avrebbe consentito l'intubazione orotracheale e la ventilazione per la paziente. Grazie all'Ecmo, un circuito extracorporeo in grado di sostenere esternamente la funzione respiratoria ossigenando il sangue della paziente, è stato possibile addormentare la donna e permettere a Marco Bardessono e a Mauro Mangiapia, della Pneumologia - diretta dal professor Carlo Alberta - , di liberare completamente le vie aeree in broncoscopia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un' operazione avvenuta in modo non invasivo, in una situazione di arresto respiratorio protrattosi per più di due ore. L'intervento in collaborazione multidisciplinare è tecnicamente riuscito. La paziente attualmente sta bene e presto verrà dimessa dall'ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento