Apnee notturne e disturbi del sonno, un'azienda di Avigliana lancia il sistema di monitoraggio "casalingo"

MyPersonalSleepTest assiste i pazienti in remoto grazie a un dispositivo da gestire in totale autonomia

Tecnologia brevettata all’avanguardia e telemedicina per diagnosticare l’OSAS, la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno. E' l’azienda di Avigliana Respiraire, uno dei punti di riferimento italiani per la diagnosi e cura di queste particolari patologie, a lanciare su tutto il territorio nazionale MyPersonalSleepTest, un nuovo e sicuro servizio di monitoraggio della qualità del sonno e delle apnee notturne. Un sistema per assistere i pazienti in remoto in maniera semplice, efficace e sicura e al proprio domicilio.

Al proprio domicilio

Respiraire, un’azienda con oltre 20 anni di storia alle spalle, lancia in questi giorni il servizio MyPersonalSleepTest, in collaborazione con Itamar Medical Ldt. Dopo aver sottoposto al paziente una scheda anamnestica personalizzata Respiraire invia a domicilio il dispositivo WatchPat One, già approvato da FDA e marchiato CE, che sfrutta l’innovativa tecnologia brevettata Pat per offrire ai pazienti un esame del sonno accurato e affidabile da gestire in totale autonomia nella propria abitazione. Con il servizio MyPersonalSleepTest, Respiraire offre ai pazienti la garanzia del collegamento con i propri Neurofisiopatologi senza la necessità di predisporre la visita domiciliare di un tecnico.

Come funziona il dispositivo

Lo strumento è monouso e arriva a casa nuovo, confezionato e sigillato. Una volta ricevuto l’apparato, costituito da due biosensori, uno da indossare su un dito e uno adesivo da applicare nell’incavo sovrasternale prima di coricarsi, il paziente non deve far altro che attivare il servizio MyPersonalSleepTest di Respiraire tramite un’app gratuita compatibile con IOS e Android. Durante la notte Il dispositivo registra i parametri ed invia il tracciato alla piattaforma cloud che attraverso il software specifico, dopo la validazione del Tecnico di Neurofisiopatologia di Respiraire, fornisce un’analisi accurata ed affidabile come quella della polisonnografia classica e l’algoritmo brevettato classifica accuratamente gli eventi dei disturbi del sonno.

watch pat one_disturbi sonno_apnee notturne-2

Un monitoraggio costante

Il report generato dall’esame diagnostico è molto accurato, basato su 7 indicatori per un’analisi puntuale e approfondita. Il report viene processato dai tecnici di Respiraire così che il paziente possa sottoporlo al proprio medico per la diagnosi e per le eventuali indicazioni terapeutiche. Tutto senza muoversi da casa e avendo gestito l’intera procedura in autonomia e sicurezza.

“L’iter diagnostico e poi eventualmente terapeutico per l’OSAS, nel quale siamo specializzati da oltre 11 anni, – dichiara Renata Enriù, direttore generale di Respiraire - prevede che il paziente si sottoponga anzitutto ad un monitoraggio del sonno: la polisonnografia. In un periodo in cui la pandemia rischia di rallentare una diagnosi così importante per i pazienti abbiamo pensato di concentrare tutta la nostra esperienza in un servizio il più possibile semplice, efficace ed immediato, con un dispositivo monouso che garantisce sicurezza e previene qualsiasi rischio di contagio microbiologico".

Dall’inizio della pandemia è aumentata l’esigenza di pensare nuove forme di assistenza sanitaria. La scarsa mobilità unita alla necessità di limitare i contatti spingono purtroppo alcuni pazienti a dover rinunciare a cure mediche e/o a differire esami importanti. Fortunatamente oggi, anche con l’ausilio della telemedicina, numerose patologie possono essere efficacemente diagnosticate e curate da remoto. È il caso dell’OSAS - Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno - una patologia cronica molto diffusa caratterizzata da ripetute interruzioni dell’attività respiratoria durante il sonno determinate da un’ostruzione delle alte vie respiratorie che può essere causa di disturbi severi e malattie importanti come l’ictus, il diabete, l’infarto…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento