Morte in culla e malattie del sonno dei bambini, arriva un macchinario per la diagnosi precoce

Iniziativa dei Rotary Club

Il fenomeno della morte in culla è statisticamente frequente

Arriva domani, lunedì 4 febbraio 2019, all’ospedale Regina Margherita un nuovo apparecchio per approfondire e diagnosticare precocemente i disturbi cardiorespiratori e del sonno di natura neurologica.

Lo hanno donato alcuni dei Rotary Club su iniziativa della onlus Suid & Sids Italia, nata a Torino nel 2016, dalla volontà di alcune famiglie che hanno perso il proprio figlio improvvisamente a causa della Sids, la sindrome della morte improvvisa del bambino (meglio nota come morte in culla).

Il nuovo strumento sarà a disposizione del Centro della medicina del sonno e della Sids all'interno del presidio sanitario. La donazione potrà essere implementabile in futuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La morte in culla colpisce, statisticamente, circa lo 0,5% dei neonati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento