menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intervento unico al mondo alle Molinette: i medici salvano la vita a un paziente cardiopatico

Operazione chirurgica d'emergenza alla valvola mitrale, con la tecnica Neochord

E' un intervento unico al mondo quello effettuato nei giorni scorsi presso la Cardiochirurgia delle Molinette di Torino. Si è trattato di un intervento in emergenza sulla valvola mitrale a cuore battente con la tecnica Neochord che ha salvato la vita a un uomo di 65 anni.

Paziente gravissimo

Il paziente, ricoverato in un ospedale periferico, è stato intubato in urgenza per un edema polmonare acuto causato dalla rottura di una corda della valvola mitrale. Considerato il rapido peggioramento delle sue condizioni, nonostante la ventilazione meccanica, è stato trasferito d’urgenza direttamente nell'ospedale torinese, nella terapia intensiva della Cardiochirurgia diretta dal professor Mauro Rinaldi. Per salvare l'uomo i medici hanno deciso di tentare il tutto per tutto e di sottoporlo immediatamente a un intervento innovativo, mai eseguito prima in emergenza. 

Tecnica innovativa

Vista la gravità della situazione i medici hanno deciso di ricorrere alla tecnica Neochord, un intervento innovativo eseguito però in pazienti con insufficienza mitralica stabile, che questa volta è stato però adattato a una situazione acuta e di emergenza. Attraverso un piccolo taglio di 5 cm nel torace per accedere al ventricolo sinistro e mediante uno strumento dedicato (Neochord), si è agganciato il lembo malato della mitrale. Quindi si sono posizionate delle corde in gore-tex per sostituire quelle che si erano rotte e avevano causato l’insufficienza della valvola. Questa tecnica, di cui il centro di Torino è tra i leader nel mondo, ha permesso di eseguire l'operazione a cuore battente e senza l’ausilio della circolazione extracorporea che avrebbe potuto avere degli effetti catastrofici sui polmoni già compromessi.

I cardiochirurghi Mauro Rinaldi e Stefano Salizzoni, sotto la guida ecocardiografica del dottor Alessandro Vairo e la gestione anestesiologica del dottor Federico Canavosio, sono così riusciti in poco più di un’ora a riparare la valvola e salvare il paziente. L'intervento è perfettamente riuscito e il paziente è stato dimesso dall’ospedale dopo pochi giorni.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento