Salute Vanchiglia / Via Cesare Balbo

Chieri, il Cottolengo Hospice verso l'apertura: si cercano infermieri e amministrativi

Nella struttura verranno accolti i pazienti terminali

E' in fase di apertura il nuovo Cottolengo Hospice di Chieri di via Cesare Balbo, dedicato prevalentemente a pazienti terminali che necessitano di cure palliative e della terapia del dolore. La struttura, che ha a disposizione 21 posti letto, si appoggerà alle Associazioni di volontariato cottolenghine ma sta ricercando infermieri a tempo pieno "con esperienza e motivata propensione all'assistenza ai pazienti fragili e in fine vita".

Verrà data precedenza al personale dipendente dell'Ospedale Cottolengo e un altro titolo preferenziale sarà essere in possesso del master in cure palliative. Ma si cercano anche due figure amministrative: una per gestire le pratiche di segreteria facendo riferimento alla direzione dell'Ospedale Cottolengo e un amministrativo di supporto. 

Nell'Hospice che è ospitato dove il santo Cottolengo trascorse l'ultima settimana della sua vita e poi morì, dopo aver prestato le cure ai malati di tifo nel 1842 ed essersi infettato, è prevista - accanto ai pazienti - la presenza di un parente o una persona di riferimento che può fermarsi per 24 ore al giorno, vitto incluso. Il progetto è frutto della collaborazione tra la Piccola Casa della Divina Provvidenza e l'Arcidiocesi di Torino. "Spesso - sottolinea il Cottolengo - si pensa all'Hospice esclusivamente come il luogo dove si va a morire: in realtà è un luogo in cui si va a vivere al meglio una fase naturale dell'esistenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieri, il Cottolengo Hospice verso l'apertura: si cercano infermieri e amministrativi
TorinoToday è in caricamento