Trasfusioni di sangue, "la paura del contagio non deve condizionare i donatori": l'appello

Per non fermare le attività trasfusionali. Il monito arriva dalla Struttura Regionale di Coordinamento delle attività trasfusionali

Immagine di repertorio

“Il nostro sistema sangue è sicuro e perciò le donazioni non devono fermarsi. Coloro che sono in buono stato di salute continuino a donare, la paura del contagio non deve condizionare i donatori di sangue”. Inizia così l’appello che arriva dalla Struttura Regionale di Coordinamento delle attività trasfusionali.

Continua la nota: “Come già sottolineato dall’ultima circolare del Centro Nazionale Sangue, in via del tutto precauzionale, visto che non è documentata la trasmissione del Coronavirus attraverso le trasfusioni, è stata disposta un’adeguata sospensione dalle donazioni di sangue per tutti coloro che abbiano soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese o che siano transitati e abbiano sostato dal 1^ febbraio 2020 nei Comuni italiani interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio. La Struttura Regionale di Coordinamento delle attività trasfusionali sta continuamente monitorando la situazione ed è in stretto contatto con le Associazioni dei donatori di sangue”.

Si sta registrando una flessione del numero delle donazioni a seguito dei provvedimenti di sicurezza adottati negli ultimi giorni, ma ogni giorno tanti pazienti necessitano di trasfusioni di sangue e per questo motivo è fondamentale continuare a dare il proprio contributo con le donazioni.

Conclude la nota del responsabile della Struttura Regionale di Coordinamento delle attività trasfusionali, Franco Ripa: “È importante che il donatore non si presenti se manifesta sintomi quali febbre, tosse, infezioni respiratorie. È importante anche che il donatore informi tempestivamente il Servizio Trasfusionale di riferimento in caso di comparsa, nei 14 giorni successivi alla donazione, di sintomi compatibili con infezione da coronavirus. Se avete qualche dubbio contattate la vostra Associazione. Se siete in buona salute non fateci mancare il vostro prezioso contributo e non fatevi cogliere da ingiustificate angosce: donate il sangue per i nostri pazienti!”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento