Miracolo in ospedale: arriva con un dardo che gli buca cuore e polmone, viene salvato

Intervento eccezionale nella notte

Il dardo conficcato nel cuore del paziente operato

Un delicatissimo intervento eseguito nella notte di oggi, martedì 21 maggio 2019, all'ospedale Molinette ha salvato la vita a un 47enne aostano che era arrivato in elisoccorso nella serata precedene con un dardo piantato nel cuore, quasi certamente autoinflitto con una balestra. 

L'operazione, senza precedenti, ha visto protagonista l'équipe del professor Mauro Rinaldi aiutato dal dottor Davide Ricci.

Il dardo, lungo oltre 30 centimetri, aveva trapassato anche un polmone, oltre al ventricolo sinistro, con un punto di entrata e uno di uscita. Miracolosamente non era già morto. E, anzi, è sempre rimasto sveglio fino all'anestesia.

Dopo l’instaurazione di una circolazione extracorporea d’emergenza per supportare le funzioni cardio-respiratorie, è stato possibile estrarre il dardo dal cuore e riparare le lesioni cardio-polmonari. L’intervento è perfettamente riuscito ed il paziente è stato già estubato e svegliato poche ore dopo.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Brutto incidente con due auto fuori strada, cinque feriti tra cui due minorenni

Torna su
TorinoToday è in caricamento