Covid Hospital Ogr, si procede alla piena occupazione dei posti letto

Vi operano il personale dell'Asl e il contingente di medici cubani arrivati direttamente dall'Havana

Sono 52 i pazienti trasferiti al nuovo Covid Hospital Ogr, diventato operativo da una settimana. In tutto, i posti di degenza ordinaria sono 56 e nei prossimi giorni, si procederà alla piena occupazione e anche all'inserimento dei pazienti in terapia subintensiva. Il nuovo ospedale, in capo all'Asl Città di Torino, è stato realizzato nei tempi record di 12 giorni, grazie al contributo di numerosi enti e istituzioni, civili e militari, oltre la Fondazione CRT, che ha messo a disposizione una parte delle Ogr, e la Compagnia di San Paolo, che ha finanziato il progetto.  L'area Covid-19 comprende 92 posti letto di cuoi 4 di terapia intensiva, 32 di semi-intensiva e 56 di degenza ordinaria.

L'area ospedaliera, ad alto livello tecnologico, è considerata fondamentale dall'Unità di crisi piemontese per distribuire il carico dei pazienti e alleggerire così i restanti presidi sanitari in città, facendo tornare interi reparti degli ospedali torinesi alla loro funzione iniziale. Nessun pericolo dunque che il Covid Hospital resti inutilizzato. Al momento qui vi operano in maniera sinergica, il personale dell'Asl Città di Torino e i 38 medici cubani, giunti direttamente nel capoluogo piemontese dall'Havana.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento