Avigliana, nell'ex ospedale apre la nuova Casa della Salute

La struttura è gestita dai medici di famiglia

E' attiva da ieri, 17 maggio, ad Avigliana, nell'ex ospedale, la nuova Casa della Salute. Un servizio che andrà ad alleggerire il carico di pazienti nei nosocomi delle zone confinanti. Prosegue quindi, e prende forza, la conversione dei servizi offerti in Asl To3 e nello specifico Avigliana, a metà strada tra quelli ambulatoriali del medico di famiglia e quelli di maggiore complessità, possibili solo nell’ambito di una struttura di garanzia come quella in questione. La Casa della Salute di Avigliana rappresenta un’evoluzione delle forme organizzative già presenti, in particolare il Cap, Centro di Assistenza Primaria, che negli anni ha sempre consentito un filtro per le problematiche di bassa e media complessità. Il Cap è gestito dai medici di famiglia ma ne viene espansa la valenza fino a includere l’orientamento dei soggetti cronici, affetti da multiple patologie.

Il servizio, esteso nelle 12 ore della giornata, verrà organizzato su invio del proprio medico di famiglia e centrato sulla presa in carico del soggetto cronico, cui verrà offerta la calendarizzazione degli appuntamenti nel tempo, assieme al monitoraggio costante - e domiciliare - dei parametri di interesse per la sua salute. Il rafforzamento della medicina di iniziativa prevede infatti l’offerta attiva di un percorso  - esami diagnostici, educazione terapeutica, offerta di servizi - con convocazione attiva dei pazienti cronici del territorio da parte della Casa della Salute. Il fine è la garanzia di autonomia per il soggetto anziano, la minimizzazione del rischio di ricovero e la prevenzione delle riacutizzazioni delle malattie croniche di cui soffre la maggioranza delle persone avanti con l'età.

Tra i primi servizi attivati ci saranno quelli per la prevenzione e la gestione delle ulcere degli anziani e quello per la gestione delle persone affette da bronco pneumopatia cronica. Oltre 20 i medici di famiglia interessati dalla nuova formula del Cap, più di 30 quelli che saranno funzionalmente collegati ai servizi della Casa della Salute.

“Prosegue con Avigliana - ha dichiarato il Direttore Generale Asl To3 Dott. Flavio Boraso - il percorso di conversione dei piccoli ospedali in moderne Case della Salute, percorso di reingegnerizzazione del sistema regionale fortemente voluto dall’Assessore Saitta. Ora sarà cruciale realizzare in Avigliana una vera e propria carta dei servizi perché i cittadini possano comprendere pienamente le possibilità offerte e le modalità di accesso al sistema, non escluso il proprio ruolo all’interno del sistema medesimo, che dovrà essere attivo e di corresponsabilità nella gestione del proprio patrimonio salute". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento