A Chieri arriva il camper dei tamponi: test 7 giorni su 7

Si pensa anche ad allestire un hot spot scolastico

A Chieri è in arrivo il camper dove verranno effettuati i tamponi per i cittadini. In un'area, nei pressi del cimitero, verrà ospitato - 7 giorni su 7 - il veicolo su cui personale qualificato avrà il compito di eseguire i test agli adulti. Un modo per potenziare l’attività di ‘tamponaggio’ a Chieri. E non si esclude, se tutto funzionerà al meglio, di poter ricorrere a un camper anche per effettuare tamponi a studenti, docenti e personale scolastico.

"Come Comune - ha dichiarato il sindaco Alessandro Sicchiero - stiamo proseguendo nella ricerca di un locale adatto come hot spot scolastico, che verrebbe così ad aggiungersi a quelli già operativi a Moncalieri e Carmagnola".

Un'iniziativa senz'altro utile per un bacino di utenza numeroso: i due hot spot già attivi infatti, sovente vanno in sofferenza, con code interminabili e tempi d'attesa piuttosto lunghi.

Uno spazio con caratteristiche precise

Ma per creare un hot spot ad hoc, non basta un luogo qualsiasi. Il ocale deve avere precise caratteristiche per poter ospitare tre operatori e due pazienti nel rispetto delle norme anti covid-19, e due postazioni distanziate: una per caricare i dati sulla piattaforma e l’altra con una poltroncina per eseguire il tampone.

Si devono poter prevedere due ingressi, uno in entrata e uno in uscita, così da riuscire a gestire afflussi anche superiori al centinaio di persone da tamponare, accompagnate da uno più parenti. Il locale inoltre deve essere riscaldato e, dovendo i pazienti aspettare all’esterno, occorre una copertura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E il sindaco di Chieri lancia un appello: "Per questo mi rivolgo ai privati: se ritengono di avere a disposizione un locale siffatto - ha detto - , si facciano avanti, l’amministrazione certamente farà la sua parte" .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento