rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Salute Grugliasco

Saitta interviene a favore del giovane Alessio: "Avrà gli omogeneizzati che gli servono per vivere"

Al ragazzo era stata sospesa la fornitura di cibi per neonati di cui necessita

Nella vicenda che ha suscitato clamore nei giorni scorsi, quella del giovane Alessio di Grugliasco, è intervenuto l'assessore della Regione alla Sanità, Antonio Saitta. Al ventunenne, affetto da una malattia rara che lo obbligava a nutrirsi solo di cibi per neonati, era stata sospesa la fornitura da parte dell'Asl To3, per una motivazione puramente anagrafica: Alessio a 21 anni è adulto e deve essere alimentato come tale, pertanto non ha più diritto all'erogazione. Ma senza omogeneizzati, liofilizzati e simili il ragazzo non si può nutrire.

Una storia che ha colpito Saitta che non ha esitato a muoversi in tal senso: "Ho chiamato la signora Agata, la mamma di Alessio - ha confidato -, per garantire l’impegno della Regione Piemonte a superare rapidamente il problema burocratico che impedisce al ragazzo di continuare ad essere nutrito con cibi per neonati. Allo stesso tempo ho già chiesto alle direzioni dell’Asl To3 e del San Luigi di Orbassano di convocare per domani la signora Agata, per concordare con lei una soluzione che superi le attuali difficoltà ed eviti in ogni modo problemi di salute e di natura economica al ragazzo e alla sua famiglia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saitta interviene a favore del giovane Alessio: "Avrà gli omogeneizzati che gli servono per vivere"

TorinoToday è in caricamento