Salute Piazza Martiri della Libertà

Rivalta, nel palazzo dell'ex biblioteca aprono gli ambulatori e i servizi di medicina territoriale

Il Comune, per la ristrutturazione, ha messo a disposizione 400mila euro

A Rivalta sono stati inaugurati gli ambulatori nell'edificio che in piazza Martiri ospitava la biblioteca.Terminati i lavori di ristrutturazione, lo storico palazzo di proprietà del comune accoglie, da ieri, lunedì 4 gennaio, gli studi dei medici della Medicina di Gruppo. E sono stati proprio loro i primi, dopo il taglio del nastro, a entrare nei nuovi locali destinata a ospitare ambulatori e servizi di medicina territoriale.

Medici e ambulatori specialistici

Per la ristrutturazione dell'immobile - a cura della Mar.Sal Restauri srl di Napoli -, la Città di Rivalta ha messo a disposizione 400mila euro. Il cantiere aveva aperto i battenti il 15 aprile del 2019, dopo che la Regione Piemonte aveva approvato il progetto presentato dalla Città di Rivalta e dall'Asl To3. Il progetto, che proprio in questi giorni inzia a prendere forma, punta a racchiudere in un unico luogo più attività: oltre alla medicina di base con 8 medici di medicina generale, il palazzo potrà ospitare ambulatori specialistici e infermieristici, oltre agli sportelli per le funzioni amministrative, dal ritiro dei referti alle prenotazioni.

ambulatori_piazza_martiri_rivalta-3

L'intento della Città è infatti quello di mettere a disposizione della comunità una struttura rinnovata e all'avanguardia, in grado di rispondere alle necessità di salute pubblica, accessibile a tutti, radicata nel territorio e vicina ai cittadini. Un percorso che Rivalta ha intrapreso ancor prima che la pandemia di coronavirus rendesse evidenti i rischi di una sanità frammentata e priva di vero coordinamento e che vede ora il compimento di un primo e importante passo. Anche per questo, nelle prossime settimane, come da intese con l'Azienda Sanitaria Locale, verranno trasferiti in piazza Martiri servizi e prestazioni che l'Asl To3 attualemente eroga nei locali ospitati nella palazzina adiacente al Palazzo Comunale in via Balma 3.

Un'infrastruttura a servizio della comunità

"La nostra Casa della Salute è il primo passo di un grande progetto  - ha detto il sindaco di Rivalta Nicola De Ruggiero - ed è partita ben prima dell'emergenza coronavirus: purtroppo gli eventi di questi ultimi mesi hanno reso ancor più evidente che occorre investire e investire bene sulla medicina del territorio. La Città di Rivalta - ha aggiunto - finalmente mette a disposizone di tutti i cittadini un'infrastruttura che saprà essere al servizio della comunità, un luogo dedicato alla salute, alla prevenzione, alla cura. È il nostro contributo come Comune e ci auguriamo che l'ASL e la Regione Piemonte accolgano favorevolmente la nostra iniziativa e investano risorse e personale al servizio di tutti".

"Vogliamo prima di tutto ringraziare la Città di Rivalta per aver messo a disposizione di tutti questi nuovi locali - ha dichiarato a nome della medicina di Gruppo di Rivalta il dottor Corrado Lovato - Qui sarà possibile per noi svolgere al meglio il nostro lavoro, rendendo così ancor più efficace l'esperienza della Medicina di Gruppo che da molti anni opera sul territorio, lavorando sempre più in sinergia con la Città e con l'Azienda Sanitaria. Ci auguriamo che proprio l'Asl integri le prestazioni ambulatoriali con ulteriori servizi, per realizzare
compiutamente una “medicina di territorio” da cui ormai non si può più prescindere".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivalta, nel palazzo dell'ex biblioteca aprono gli ambulatori e i servizi di medicina territoriale

TorinoToday è in caricamento