Presentato il progetto della nuova RSA, accanto nascerà un ambulatorio medico

Apertura prevista entro l'inizio del 2021

Il rendering del progetto della locale RSA

Venerdì 19 aprile a Torrazza Piemonte è stato presentato il progetto della locale RSA dal sindaco Massimo Rozzino e dai massimi dirigenti del gruppo “Sereni Orizzonti”, leader in Italia nella costruzione e gestione di residenze per anziani.

La nuova struttura verrà costruita in via Luigi Einaudi e i lavori inizieranno a maggio, utilizzeranno manovalanza locale e dureranno all’incirca 450 giorni. Altri 5 mesi (150 giorni) saranno invece necessari per arredamento e messa in funzione delle infrastrutture. A quel punto la residenza diventerà operativa e apparirà circondata da un vasto spazio verde attrezzato e interamente percorribile a piedi o con carrozzine e deambulatori. Per i visitatori dei futuri ospiti è stato previsto un parcheggio con oltre 60 posti macchina.

Il progetto del gruppo “Sereni Orizzonti” prevede un edificio di quattro piani e a forma di “H”, orientato sull’asse ovest/est per il miglior soleggiamento possibile e distribuito in 6 nuclei distinti (dotati di controllo accessi per controllare i movimenti degli ospiti affetti da demenza).

Nel dettaglio del progetto: 

Al piano terra sono previsti reception, uffici amministrativi, palestra-riabilitazione, spogliatoi per donne e uomini, ambulatorio, sala per servizi alla persona, cucina, soggiorno per socializzazione comune e sala per il culto. Al primo, secondo e terzo piano si troveranno invece una sala da pranzo comune, servizi igienici per gli ospiti e 2 nuclei da 20 posti letto suddivisi in 10 camere doppie ampie e luminose, arredate in modo confortevole e dotate ciascuna del proprio bagno per disabili.
 
Tutte le stanze saranno dotate di letti motorizzati, serramenti con tapparelle domotiche, sistema di chiamata e sensori antincendio. Ad ogni piano è previsto un bagno assistito con barella doccia o sedia doccia. I locali verranno dotati di ventilazione meccanica controllata (VMC), che consente un ricambio di aria pulita e asciutta nei locali senza dover aprire le finestre ma recuperando dall’aria il calore che viene espulso. La climatizzazione è stata studiata per offrire agli ospiti il massimo del comfort e della sicurezza: quella invernale sarà assicurata da un impianto di riscaldamento a pavimento (e quindi priva di caloriferi) mentre quella estiva sarà realizzata con un innovativo sistema a trave fredda che rinfrescherà gli ambienti senza fastidiose correnti d’aria.
 
Come tutte le altre recenti costruzioni di “Sereni Orizzonti” nel resto d’Italia, anche questo edificio presenterà caratteristiche decisamente all’avanguardia per quanto riguarda l’ecosostenibilità e il risparmio energetico. Realizzato in classe energetica A3, sarà infatti in condizione di produrre autonomamente 243.000 kWh di energia da fonti energetiche rinnovabili ovvero quasi il 60% del suo intero fabbisogno. In che modo? Un impianto fotovoltaico posizionato sul tetto sarà in grado di produrre oltre 40.000 kWh/anno di energia elettrica solare e di ridurre l’emissione in atmosfera di CO2 di oltre 21.500 Kg/anno. Grazie a un recuperatore termodinamico del calore contenuto nell’aria espulsa, la ventilazione meccanica degli ambienti garantirà inoltre aria fresca e filtrata agli occupanti anche senza aprire le finestre, permettendo così di risparmiare oltre 6.000 metri cubi di metano (o altro combustibile) ovvero di ridurre l’emissione di CO2 in atmosfera di altri 10.000 Kg/anno. La climatizzazione estiva sarà infine affidata a una pompa di calore ad alta efficienza che servirà anche a produrre l’acqua calda sanitaria regalando ogni anno più di 60.000 kWh di energia termica da ciclo frigorifero senza emissioni di gas serra.

A parte anche un ambulatorio medico a gestione comunale

La convenzione edilizia prevede infine che “Sereni Orizzonti” realizzi anche un ambulatorio medico, destinato alla comunità locale e a gestione comunale. Realizzato con le medesime caratteristiche qualitative e di finitura della RSA, questo edificio a sé stante (50 mq di superfice) avrà un accesso pedonale e carraio indipendente. “Da tempo i cittadini di Torrazza Piemonte attendevano la realizzazione di una residenza per anziani, per poter continuare a vivere nel proprio paese, vicino ad amici e parenti, avendo l’opportunità di guardare al futuro con serenità” dichiara soddisfatto il Sindaco Massimo Rozzino. “La comodità di usufruire di servizi sanitari essenziali vuol dire elevare la qualità della vita del nostro territorio. Pertanto – conclude – questa Amministrazione assicura la propria collaborazione e supervisione nello sviluppo di questa importante opera”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento