menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Un software per verificare lo stato di coscienza dei pazienti in stato vegetativo o comatoso

Il progetto del Centro Puzzle

Un software per verificare lo stato di coscienza dei pazienti in stato vegetativo o comatoso.

E’ quello che è stato inventato a Torino, presso il “Centro Puzzle” di via Cimabue 2, nell’ambito del progetto scientifico “Interfaccia Neurale per valutare il livello di coscienza dei pazienti non responsivi e favorirne la comunicazione con l’esterno”, coordinato dal Centro e cofinanziato dalla Fondazione Cassa Risparmio di Torino.

Il gruppo di ricerca del Centro Puzzle, che collabora con l’ospedale Cto e l’Unità Spinale Unipolare della Città della Salute di Torino, sotto la guida della dottoressa Marina Zettin, ha iniziato a sviluppare un’interfaccia cervello-computer per permettere ai medici di diagnosticare la presenza di coscienza in quei pazienti che, usciti dal coma, sembrano non rispondere più ad alcuno stimolo. 

Il progetto è stato ideato dal dottor Vito De Feo ed è svolto in collaborazione con il Neural Computation Laboratory dell’Istituto Italiano di Tecnologia a Rovereto (diretto dal professor Stefano Panzeri), con il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino, che partecipa tramite il gruppo di ricerca della professoressa Gabriella Olmo, e con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, che partecipa tramite il gruppo di ricerca diretto dal professor Giuliano Geminiani.

Secondo le stime nazionali, 250mila persone entro in coma, con conseguenze in alcuni casi letali e in altre, possono portare ad uno stato vegetativo o ad uno stato di minima coscienza.

Il programma computerizzato consentirà l’analisi di specifici parametri elettrofisiologici per distinguere i movimenti intenzionali da quelli riflessi. 

Attualmente sono state concluse le operazioni di creazione del paradigma sperimentale e del software, mentre l’applicazione sperimentale è in corso di svolgimento presso il Centro Puzzle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento