Venerdì, 30 Luglio 2021
Salute

Campagna di vaccinazione, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte: “Obiettivo 21 febbraio come conclusione Fase 1” 

Il piano attivato per gestire le due somministrazioni nonostante la fornitura ridotta di dosi dei vaccini Pfizer

Immagine di repertorio

Nonostante la fornitura ridotta di dosi dei vaccini Pfizer, il Piemonte riuscirebbe a mantenere l’obiettivo del 21 febbraio come data di conclusione della Fase 1 della campagna di vaccinazione anticovid, la fase che coinvolge il personale del servizio sanitario regionale, ospiti e operatori delle Rsa. Ricordiamo che è attivo anche un apposito sito che indica, giorno per giorno, il numero dei vaccinati in Italia e in Piemonte, sito che permette di monitorare l'andamento della campagna vaccinale.

Le dosi arrivate e somministrate

Secondo i dati comunicato dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, fino a ieri, martedì 26 gennaio, dall’inizio della campagna si è proceduto all’inoculazione di 157.307 dosi (delle quali 23.003 come seconda), corrispondenti 78,27% delle 200.980 finora disponibili per il Piemonte. La percentuale è inferiore a quella di lunedì, poiché il calcolo è stato fatto tenendo conto anche della quinta fornitura, che ha portato il totale di quanto ricevuto dal Piemonte a 200.980 dosi. È infatti arrivata in serata la quinta fornitura di 32.760 dosi di vaccino Pfizer, ridotta dalla casa farmaceutica rispetto alle 59.670 previste.  

Il piano per gestire le due somministrazioni

“La campagna di vaccinazione prosegue senza problemi per la somministrazione della seconda dose – sottolinea l’Unità di Crisi della Regione Piemonte -. La scelta prudenziale di accantonare fin da subito parte delle scorte dei vaccini e la possibilità di eventuali ridistribuzioni tra aziende per far fronte alle seconde somministrazioni, anche in caso di ritardi nelle consegne, si sta rivelando lungimirante. La quinta fornitura di dosi è effettivamente arrivata ridotta secondo quanto comunicato da Pfizer nei giorni scorsi, ma abbiamo potuto gestire la riduzione in modo efficace senza impatti. Inoltre, oggi (ieri, ndr) abbiamo ricevuto rassicurazioni sulle prossime consegne per poter procedere con serenità alla seconda inoculazione del vaccino mantenendo l’obiettivo del 21 febbraio come conclusione della Fase 1”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna di vaccinazione, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte: “Obiettivo 21 febbraio come conclusione Fase 1” 

TorinoToday è in caricamento