rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Salute Corso Bramante, 88

Individuato alle Molinette il meccanismo che fa crescere le metastasi al cervello

Dai tumori al polmone e alla mammella

L'asse Torino-Madrid non è caldo solamente a livello calcistico, visto l'imminente accordo per il passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real alla Juventus.

Lo è soprattutto a livello scientifico, per una scoperta che potrebbe rivoluzionare la medicina e gli studi legati ai tumori.

Grazie ai medici e ai ricercatori della Neuro-oncologia dell’ospedale Molinette di Torino e dai colleghi del CNr (CNIO) di Madrid, è stato infatti individuato il meccanismo molecolare che porta alla crescita delle metastasi nel cervello provenienti da masse tumorali presenti o nella mammella o nel polmone.

Uno studio che è stato pubblicato da pochi giorni sulla rivista medica a carattere internazionale "Nature Medicine.  

"Le metastasi cerebrali rappresentano una complicanza sempre più frequente di tumori solidi, quali quelli del polmone e della mammella. Purtroppo nel caso delle metastasi al cervello, al di là della chirurgia e della radioterapia, la terapia farmacologica è tuttora limitata ed insoddisfacente", spiega Il Gruppo di ricerca Neuro-Oncologico del Dipartimento di Neuroscienze dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, diretto dal professor Riccardo Soffietti, da anni riconosciuto a livello nazionale ed internazionale quale Centro di eccellenza per le Neoplasie cerebrali.

Il Gruppo Neuro-Oncologico torinese è composto dai dottori Riccardo Soffietti, Roberta Rudà, Federica Franchino e Alessia Pellerino, in stretta collaborazione con l'anatomopatologo Luca Bertero.

Per arrivare a questo risultato sono stati studiati circa 100 campioni di metastasi cerebrali provenienti da interventi neurochirurgici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Individuato alle Molinette il meccanismo che fa crescere le metastasi al cervello

TorinoToday è in caricamento