Promozioni per gli arabi al Museo, aperta un'inchiesta dopo il video dei Giovani Padani

In seguito al video pubblicato dai Giovani Padani

"Sono a fianco del Museo Egizio di Torino, aggredito da una una rozza e falsa campagna della Lega, che vuole raccogliere voti alimentando odi e paure. La cultura è costruire ponti, aiutare il dialogo e la conoscenza reciproca". Il ministro della Cultura Dario Franceschini, con un messaggio su Twitter, ha voluto dimostrare la sua solidarietà al museo torinese dopo la tanto "chiacchierata" pubblicazione del video su Facebook di Andrea Cippa, leader dei Giovani Padani.

Solidarietà e disapprovazione 

Il video era un espresso invito a protestare contro l'iniziativa dell'ente di far pagare un solo biglietto agli arabi che alle casse si presentano in coppia: iniziativa che ha suscitato non poche polemiche e che continua a raccogliere sui social, tanto messaggi di solidarietà quanto insulti e manifestazioni di disapprovazione, anche ai centralini, creando disagi e rallentamenti nell'attività di prenotazione.

In seguito alla denuncia alla Procura presentata dai legali del Museo, secondo il motivo per cui il video è chiaramente "una montatura mirata a denigrare", è stata aperta un'inchiesta e la Digos di Torino avvierà i dovuti accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento