menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Video virale, il Museo Egizio annuncia l'esposto: "E' una bufala montata ad arte per denigrarci"

Al centralino non ci sarebbero operatori di sesso maschile

La telefonata di Andrea Crippa, il leader dei Giovani Padani, al centralino del museo Egizio, potrebbe essere un montaggio. Nella famosa chiamata diventata virale con il video relativo alle promozioni rivolte agli arabi diffuso sui social, l'interlocutore di Crippa è maschio ma il museo, sulla sua home page, tiene a mettere in chiaro che al call center non esiste alcun operatore di sesso maschile. Il video che ha contribuito a mandare in tilt il centralino riservato alle prenotazioni dell'Egizio, sarebbe dunque una bufala?

Esposto alla Questura

Non è ancora dato saperlo ma il museo, sul sito ufficiale, comunica "di aver depositato con l’ausilio dei propri legali un esposto presso la Questura di Torino affinchè l’Autorità Giudiziaria svolga le opportune indagini per verificare la autenticità del presunto colloquio telefonico con l’Ufficio Prenotazioni contenuto nel predetto video e accerti la sussistenza di eventuali illeciti di natura penale".

"Il Museo Egizio - si legge ancora sulla home page del sito -, sulla base degli elementi disponibili e degli accertamenti effettuati, ritiene che la voce maschile del presunto operatore dell’Ufficio Prenotazioni sia quella di un soggetto estraneo all’organigramma della società che gestisce le prenotazioni telefoniche posto che tutte le operatrici sono di sesso femmininile. Inoltre si fa presente che le dichiarazioni sulle attività promozionali contenute nel video postato su Facebook sono inesatte". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento