menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viale della Spina, approvato il progetto: il via al cantiere entro la fine del 2020

Opere per 5 milioni e 400mila euro

Via libera dalla Giunta comunale al progetto esecutivo del primo lotto dei lavori per il completamento del viale della Spina, tra via Breglio e corso Grosseto. L'area di intervento si sviluppa tra la rotatoria Venezia-Breglio-Rossi e corso Grosseto, su una superficie di oltre 52mila mq, prevalentemente al di sopra delle strutture di copertura della ferrovia Torino-Milano, ma anche su aree esterne. L’importo totale per le opere di questo primo lotto ammonta a 5milioni e 400mila euro e l'inizio dei lavori è previsto entro la fine del 2020.

Passante Ferroviario

Le opere previste consentiranno la sistemazione superficiale del Passante Ferroviario tra via Breglio e corso Grosseto e il completamento del tratto tra le vie Valprato e Breglio. In particolare verrà ridisegnata l’intersezione tra corso Venezia e le vie Breglio e Lauro Rossi; completata la sistemazione del lato est di corso Venezia, lungo le aree di proprietà di RFI. E saranno realizzate le opere stradali di connessione del nuovo viale al raccordo autostradale Torino-Caselle e a corso Grosseto.

Tre fasi di cantiere dedicate

All’incrocio tra corso Venezia e le vie Breglio, Fossata e Lauro Rossi verrà posizionato un nuovo impianto semaforico, che consentirà di regolare i flussi di traffico in attraversamento e in svolta a sinistra, con fasi dedicate. Tre le macro fasi di cantiere previste: nella prima saranno realizzate le opere stradali di connessione al raccordo autostradale Torino-Caselle, con la temporanea chiusura dell’uscita verso piazza Rebaudengo; nella seconda gli interventi tra via Breglio e corso Grosseto; durante la terza, che interessa il nodo Venezia-Breglio-Lauro Rossi (dove sarà necessario procedere con modifiche alla viabilità che seguiranno l'avanzare dei lavori) verrà completato l'intervento tra le vie Valprato e Fossata.

Le criticità di piazza Baldissera

Intanto proseguirà lo studio su piazza Baldissera attraverso simulazioni di scenari capaci di riprodurre i futuri volumi di traffico per risolvere, prima della conclusione dei lavori, le criticità già emerse su quel nodo. Con il completamento dell’asse viario fino a corso Grosseto, dal raccordo autostradale Torino-Caselle sarà possibile, senza soluzioni di continuità, inserirsi lungo corso Venezia e attraverso la spina centrale arrivare a largo Orbassano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento