menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Sala Rossa esplode su Gtt, Fassino: "Le vostre parole sono da campagna elettorale"

Dopo il fallimento della vendita del 49% di Gtt, l'aula constesta duramente l'amministrazione di Fassino e della maggioranza. Ricca: "Non avevate idea di ciò che stavate vendendo"

Con soli 12 voti favorevoli è stata respinta la mozione nella quale i consiglieri della Lega Nord Ricca e Carbonero chiedevano il riassorbimento del ramo d'azienda dei parcheggi all'interno della Gtt.

Una questione che ha riaperto la bagarre in aula, specialmente dopo l'intervento del Sindaco Fassino. La cessione del 100% dei parcheggi gestiti da Gtt e del 49% dell'azienda stessa, non ha infatti esitato offerte, malgrado siano state ben 11, come precisato dallo stesso Sindaco, i privati che si sono interessati alla questione. Privati il cui nome, tuttavia, rimane nell'ombra, proprio come contesta il capogruppo Lega Nord Fabrizio Ricca.

"La mancanza di offerte è dovuta a situazioni di incertezza - afferma Fassino -. Nell'adeguamento delle tariffe  e nell'individuazione di un indenizzo congruo in caso di cessione del contratto. Per non parlare della famosa questione delle strisce blu venuta a galla in questi giorni". Incertezze e criticità che, in fase di discussione erano già state ampiamente sollevate dagli stessi Ricca e Carbonero. "La vostra maggioranza sarebbe da commissariare - afferma Ricca -. Avete condotto male la questione perchè non avevate idea di ciò che stavate vendendo".

Ad appoggiare la Lega Nord, anche il Movimento Cinque Stelle: "Questo è uno dei più grandi disastri della vostra amministrazione - afferma Vittorio Bertola (M5S) -. L'unica cosa che siete riusciti a fare è aumentare le tariffe".

Come emerge dalla stessa Sala Rossa in piena discussione, la responsabilità per la mancata vendita di Gtt è da affibbiare in toto all'amministrazione di maggioranza: “Noi l’abbiamo detto fin dall’inizio – sottolinea Ricca  - che lo spacchettamento dell’azienda di trasporto locale sarebbe stato un fallimento e solo oggi Fassino ammette che le difficoltà incontrate sono esattamente quelle che noi denunciavamo già un anno fa. Il sindaco ha provato ad arrampicarsi sugli specchi, nel disperato tentativo di giustificare la propria incapacità gestionale".

La bagarre in aula continua e l'imminente 25 maggio sicuramente ci mette del suo: "Il vostro dibattito è segnato dalla campagna elettorale - afferma Fassino -. Sfido i candidati alla Regione a stanziare i fondi necessari per risolvere la questione dei trasporti".
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento