Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica Via Germagnano

Via Germagnano, ennesimo raid al canile e la protesta dei volontari arriva a Palazzo Civico

Volontari e dipendenti: "Serve un presidio militare"

Il citofono dell'Enpa sradicato dai vandali

Non c'è pace per il canile Enpa di Torino, in via Germagnano: la convivenza con il vicino campo Rom si è fatta ormai insostenibile. Nella notte tra sabato 13 e domenica 14 gennaio infatti la struttura è stata nuovamente presa di mira. Citofono sradicato, vetri rotti e cancello d'ingresso e colonne portanti danneggiate, forse con l'aiuto di un mezzo pesante.

E' questa la sorpresa che si sono trovati domenica mattina i dipendenti e i volontari della sede Enpa che, nel pomeriggio di lunedì 15 gennaio, hanno manifestato, con striscioni, slogan e qualche cane al guinzaglio, davanti a Palazzo Civico, per far sentire la loro voce. Dopo le sassaiole contro le gabbie degli animali, i rifiuti abbandonati in strada, i roghi, il personale impegnato nella struttura ha deciso di ritrovarsi davanti al Comune per sollecitare un'azione decisa contro il degrado ormai crescente, la sporcizia e gli atti vandalici che stanno allontanando i numerosi volontari. Problemi che si potrebbero risolvere installando nuovamente un presidio militare, come già era avvenuto in passato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Germagnano, ennesimo raid al canile e la protesta dei volontari arriva a Palazzo Civico

TorinoToday è in caricamento