"Una delegazione piemontese a Milano con il Presidente Berlusconi per il No Tax Day"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il 29 novembre a Milano in Piazza San Fedele si è svolto uno dei tanti gazebo che Forza Italia ha organizzato per il "No tax day - basta tasse sulla casa" e che ha visto la partecipazione del Presidente Silvio Berlusconi.

Sul palco con il Presidente, oltre al Coord. Regionale di Forza Italia Lombardia On. Mariastella Gelmini ed ai vertici nazionali di Forza Italia, una delegazione di Forza Italia dal Piemonte: Tommaso Varaldo, Coordinatore del movimento giovanile di Forza Italia di Torino e Fabio Sanfilippo, Coordinatore Regionale del Dipartimento Difesa e Sicurezza della Regione Piemonte.

"Con questi due giorni di gazebo ed eventi contro le tasse sulla casa, Forza Italia torna nelle piazze a sostegno degli italiani e contro uno Stato che utilizza i suoi cittadini come fossero un bancomat - afferma il Coordinatore giovanile Tommaso Varaldo - Il Presidente Berlusconi, oggi, ha per l'ennesima volta dimostrato che non può più astenersi dal tornare nelle piazze per raccontare la verità agli italiani su ciò che è accaduto in questi anni. Forza Italia deve tornare alle proprie origini, ben lontane dalla politica degli slogan e degli interessi personali. Solo così potrà nuovamente rappresentare la vera identità liberale che è della maggioranza degli italiani, essendo però cosciente che la bandiera del centrodestra si chiama ancora Silvio Berlusconi e la ricetta unica deve essere "Meno tasse, meno Stato, più Libertà" - "La sicurezza non è un nuovo diritto, ma è lo stato di benessere che tutela i diritti dei cittadini" così esordisce il Coordinatore Regionale del Dipartimento Fabio Sanfilippo quale ha a cuore il tema. Poi ricorda le dichiarazioni di Giovanni Toti dove successivamente alla casa, ci mobiliteremo per famiglie, pensionati e forze dell'ordine. La riduzione delle tasse sull'abitazione e sul blocco della clausola di salvaguardia che di fatto aumenta la pressione fiscale, porta ad aggiungere altri emendamenti suddivisi in sette categorie : Imprese e Lavoro, scuola, cultura e sociale, mezzogiorno, agricolture e comparto sicurezza. - Poi conclude - "Solo con questo sistema potremo portare nuovamente gli italiani ad un nuovo buon futuro per se ed i propri figli.

Torna su
TorinoToday è in caricamento