Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Comune: AAA cercasi tutori volontari per baby profughi soli

I candidati seguiranno un percorso formativo

Una mozione che promuova la figura del tutore volontario per i minori migranti non accompagnati. Il Consiglio comunale ha approvato con 30 voti favorevoli su 31 votanti, l'atto presentato da Elide Tisi del Pd, volto a promuovere l'informazione e la raccolta di disponibilità di persone che possano svolgere funzioni di tutor, dopo un percorso formativo organizzato dal Garante Regionale dell'Infanzia e dell'Adolescenza. 

La figura del tutore è stata recentemente introdotta dalla legge 47/2017 e oltre a garantire al minore una rappresentanza giuridica, contribuisce anche a creare una rete di relazioni forte che possa proseguire anche dopo la maggiore età. 

Il bando della Regione Piemonte 

E proprio quest'estate la Regione Piemonte ha presentato il bando di gara per selezionare e formare tutori volontari per minori stranieri non accompagnati. La selezione avviene in tre fasi: la preselezione dei candidati sulla base della domanda presentata, la formazione obbligatoria per i candidati in possesso dei requisiti previsti, che dovrebbe partire intorno al mese di ottobre, e l'iscrizione nell'elenco dei tutori volontari dei candidati che abbiano portato a termine con successo il percorso.

I compiti del tutore

Al momento nella nostra regione sono circa mille i minori migranti non accompagnati da adulti. Il tutore, che svolgerà la propria funzione senza compensi né rimborsi, assolverà il compito di rappresentanza legale assegnata a chi esercita la responsabilità genitoriale, perseguirà il riconoscimento dei diritti del minore senza discriminazioni, ne promuoverà il benessere psicofisico, vigilerà sui percorsi di educazione e integrazione tenendo conto delle capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, vigilerà sulle condizioni di accoglienza e protezione del giovane e amministrerà l'eventuale patrimonio.

Possono candidarsi al ruolo i cittadini italiani, di altro Stato appartenente all'Ue, che siano residenti o domiciliati in un comune del Piemonte e della Valle d'Aosta, che abbiano almeno 25 anni d'età e che siano in possesso di diploma o laurea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune: AAA cercasi tutori volontari per baby profughi soli

TorinoToday è in caricamento