Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Lega shock: “Noi razzisti per chi oggi piange i morti di Tunisi”

Gianna Gancia ha poi spiegato meglio la frase prima che potesse degenerare. In suo soccorso è intervenuto l’ex governatore Roberto Cota: “Siamo dispiaciuti ed esprimo il nostro cordoglio alle famiglie delle vittime, per il Piemonte è una ferita”

Mentre i torinesi si stringono intorno ai familiari delle vittime dell’attentato di Tunisi, nel giorno dei funerali la Lega Nord ha presentato la manifestazione in programma a fine mese organizzata per chiedere le dimissioni del presidente Sergio Chiamparino. Durante la conferenza Gianna Gancia, capogruppo leghista a Palazzo Lascaris, ha parlato anche di quanto successo in Tunisia pochi giorni fa, dicendo: “Mi spiace per i morti a Tunisi, ma tanti di coloro che li piangono in questi giorni, ci criticavano e ci dicevano che eravamo razzisti”. Frasi raccolte dall’agenzia di stampa Askanews a poche ore dall’ultimo saluto dato a Orazio Conte e Antonella Susino, i due torinesi morti durante la crociera all’estero.

Una frase forte, che poi ha subito spiegato meglio, onde evitare che potesse degenerare. Insieme a lei era presente anche Roberto Cota: “Siamo dispiaciuti ed esprimo il nostro cordoglio alle famiglie delle vittime, per il Piemonte è una ferita. Il dolore non ha colore, ma se qualcuno pensa di fare manifestazioni pubbliche sulla pelle di queste vittime, dopo anni di politiche lassiste sull'immigrazione libera da parte della sinistra e la mancanza di difesa della mostra identità, sappia che un po' di autocritica sarebbe benvenuta. Chi ha tacciato la Lega Nord di razzismo dovrebbe vergognarsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega shock: “Noi razzisti per chi oggi piange i morti di Tunisi”

TorinoToday è in caricamento