rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Trasferimento lavoratori Vodafone: " È una rappresaglia contro i ricorsi vinti"

A sostegno dei dipendenti eporediesi, il Consiglio regionale del Piemonte

Hanno manifestato lunedì 3 luglio davanti al palazzo della Regione Piemonte, i lavoratori della Vodafone Ivrea che verranno trasferiti a Milano per volere dell'azienda. Il 29 maggio 2017 è stata avviata la procedura di trasferimento collettivo per 19 lavoratori.

"Si tratta però – dicono i Cobas - "di 15 esponenti e tesserati dell’organizzazione sindacale Cobas del Lavoro Privato, tra cui due delegati, tutti idonei alla risposta telefonica, che in passato hanno vinto vertenze nei confronti di Vodafone e reintegrati in seguito a licenziamento. Inoltre ci sono 4 lavoratrici con certificazione medica di non idoneità alla risposta telefonica".

La motivazione ufficiale da parte di Vodafone è “reinternalizzare” le attività di back office business, che sinora erano svolte in Romania. A parere di sindacati, invece si tratta di una “rappresaglia personale per colpire i reintegrati; una rappresaglia sindacale nei confronti dei Cobas, organizzazione che con questo trasferimento a Ivrea sarebbe azzerata. Ma anche di una selezione del personale, come dire che l’azienda tiene soltanto quelli sani e non quelli inidonei alla risposta”.

A sostegno dei lavoratori il Consiglio regionale del Piemonte: "Naturalmente ogni impresa privata può organizzare il lavoro come meglio crede - ha dichiarato il presidente Mauro Laus che ha incontrato i lavoratori - , però in questo caso sembrerebbe che a essere colpiti dal trasferimento obbligatorio, siano soltanto quei lavoratori che in passato abbiano conseguito un reintegro dopo una causa di lavoro e altri addetti con problemi fisici. La questione è quindi da approfondire, anche con l’azienda”. Erano presenti all’incontro i consiglieri Francesca Frediani (M5S) e Marco Grimaldi (Si). 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferimento lavoratori Vodafone: " È una rappresaglia contro i ricorsi vinti"

TorinoToday è in caricamento