Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica

Bono-Valetti (M5S): "Torino-Ceres, senza tunnel sarà il Vietnam del traffico"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Oggi abbiamo avuto in seconda commissione la comunicazione dell'Assessore ai Trasporti Balocco sulla situazione del bando di gara per il tunnel ferroviario di Corso Grosseto a Torino. Avevamo già avuto notizia che il bando aggiudicato con un ribasso del 25% (100 milioni anziché 130) all'ATI tra Itinera del gruppo Gavio e CCC (cooperativa rossa) fosse stato impugnato dinnanzi al TAR dalla seconda arrivata, AL Consorzio Stabile. Circostanza confermata dal Direttore Aldo Manto.

Pochi altri dettagli ci sono stati forniti. Se non che sono state proposte alcune migliorie alla viabilità e alla linea ferroviaria (l'inserimento del Sistema Controllo Marcia Treno su tutta la linea), ma non il tunnel viario verso Corso Ferrara. Soluzione che, richiesta dal Comune di Torino, era stata proposta da un'altra concorrente ma non valutata nel punteggio tecnico.

"Restiamo contrari all'opera – afferma Davide Bono, vice capogruppo regionale M5S - l'unico aspetto positivo riguardava l'abbattimento dei cavalcavia e la realizzazione dei due tunnel viari. Se non sarà così, quella rotonda in superficie si trasformerà in un Vietnam automobilistico. A questo punto si apre un problema politico tra il Comune di Torino e la Regione Piemonte. Sosteniamo inoltre la richiesta di approfondimenti avanzata dal Presidente del Gruppo Pd, Gariglio, in merito all'assegnazione dei punteggi da parte della Commissione aggiudicatrice".

"E' assurdo impegnare 180 milioni di euro, di cui 162 della Regione Piemonte, per il doppione di un tunnel ferroviario già esistente, poche centinaia di metri più in là, sotto via Stradella – aggiunge Federico Valetti, consigliere regionale M5S e vice presidente commissione trasporti - Quei soldi vanno impegnati per realizzare l'interscambio pedonale tra Dora GTT e Dora FS e per prolungare la Torino-Ceres fino a Porta Palazzo e poi nel cuore della città, Piazza Castello e via Roma, costruendo da subito la vera metropolitana 2. Faremo di tutto per far comprendere le nostre proposte in una prossima seduta di Commissione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bono-Valetti (M5S): "Torino-Ceres, senza tunnel sarà il Vietnam del traffico"

TorinoToday è in caricamento