menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toninelli e Conte incontrano Chiamparino per l'Asti-Cuneo, ma la questione Tav per ora "è sospesa"

A dirlo Toninelli durante il vertice di Palazzo Chigi

Nella tarda mattinata di lunedì 18 marzo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli saranno in Piemonte, sul luogo dove dovrebbero riprendere i lavori dell'autostrada Asti-Cuneo, interrotti da tempo. In questa occasione premier e ministro incontreranno il presidente Sergio Chiamparino, l'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco e una delegazione dei sindaci che si battono per l'apertura degli ultimi lotti della A33, che deve essere completata con i 9 km del tratto Roddi-Cherasco, un appalto da 350 milioni di euro.

Di Torino-Lione probabilmente non si parlerà come non se ne è discusso al vertice tra Regioni e Governo che si è svolto a Palazzo Chigi, venerdì 15 marzo. A confermarlo lo stesso Chiamparino presente all'incontro romano: "Non si è parlato in specifico di nessuna opera, con una battuta il ministro Toninelli ha chiarito che la Tav è una questione a sè che per il momento è sospesa - ha precisato il presidente -. Poi si è impegnato ad avere incontri Regione per Regione per definire le diverse opere sul piano stradale, autostradale e ferroviario in modo da fare un piano di investimenti su cui marciare".  

Nel frattempo, sono stati pubblicati online, sulla Gazzetta europea, gli "Avis de marchés" di Telt, per le procedure di gara relative ai lavori in Francia per il tunnel di base della Torino Lione. L'importo stimato dei bandi è di 2,3 miliardi di euro. Il via libera alla pubblicazione era arrivato dal consiglio di amministrazione della società italo-francese che ha il compito di realizzare e gestire l'opera, lo scorso 11 marzo. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento