Politica

Terremoto in Emilia: adottato il Teatro del Popolo di Concordia sulla Secchia

Creato un tavolo di coordinamento torinese per la ricostruzione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

 

E’ stata approvata all’unanimità la mozione, presentata oggi in Consiglio provinciale, per costituire un tavolo di coordinamento dei Comuni, a regia provinciale, che individui e sostenga in modo mirato i comuni emiliani colpiti dal terremoto nei quali opera la Protezione civile provinciale.
 
La mozione è stata discussa subito dopo che il sindaco di Concordia sulla Secchia Carlo Marchini ha illustrato, in una breve relazione al Consiglio provinciale e ai Sindaci del territorio che sono intervenuti numerosi, la situazione del suo Comune nella fase del dopo terremoto: “Credevamo che il rischio principale che da sempre grava sul nostro Comune fosse l’alluvione del fiume Secchia e mai avremmo immaginato di doverci confrontare con il terremoto: non eravamo preparati”. Il sindaco ha quindi raccontato un piccolo episodio significativo: “Visitando uno dei campi “spontanei” che sono sorti nei nostri giardini pubblici, ho chiesto a una bambina di che cosa avesse particolarmente bisogno. E lei ha risposto: ‘Coccole’. Ebbene, posso dire che l’operato della Provincia di Torino, dei suoi volontari e della Croce rossa di Settimo sono stati per noi di Concordia la nostra ‘coccola’, perché la loro grande professionalità e umanità è stata determinante per ridare vita al nostro Comune”.
 
Carlo Marchini ha quindi espresso il desiderio di intervenire al più presto per ricostruire il Teatro del Popolo, una sala da 400 posti solo in parte crollata e che potrebbe contribuire a rinsaldare la vita sociale e l’identità di Concordia, il cui centro e le cui più importanti strutture resteranno inagibili per lungo tempo.
 
“Un desiderio che potrebbe diventare l’obiettivo di tutti i Comuni torinesi” ha ribadito il presidente della Provincia Antonio Saitta “e a cui sarà destinato il contributo di 60mila euro che Giunta e Consiglio hanno deliberato questa mattina”.
“Anche nelle difficoltà economiche che gravano sui nostri bilanci” ha detto il presidente del Consiglio provinciale Sergio Bisacca “è importante dare un segno concreto di solidarietà. Per questo, oltre al nostro contributo, invitiamo i sindaci del territorio a partecipare con un intervento significativo”.
Oltre ai sindaci, al Consiglio hanno preso parte il Commissario regionale della Croce Rossa Tonino Calvano e Umberto Ciancetta, presidente del Coordinamento provinciale del volontariato di protezione civile.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Emilia: adottato il Teatro del Popolo di Concordia sulla Secchia

TorinoToday è in caricamento